La Procura Figc prepara le convocazioni

Corriere dello Sport – Si preannuncia una settimana calda sul doppio fronte delle Procure che indagano sul caso tamponi. Quella federale è al lavoro per verificare la corretta attuazione del protocollo anti-Covid e sembra intenzionata a prolungare l’inchiesta per tutto novembre, con la decisione che potrebbe arrivare entro metà dicembre. Dopo Lotito, il dottor Pulcini ed il dottor Rodia, il procuratore Chinè nei prossimi giorni ascolterà alcuni giocatori della Lazio, tra questi Immobile. Il deferimento della Lazio non escluderebbe una responsabilità individuale dei giocatori, che si sottopongono ai tamponi sotto la regia della società. Le indagini, intanto, continuano a concentrarsi sulle presunte mancate comunicazioni della Lazio all’Asl dopo i primi casi di Covid-19. La Procura avellinese è entrata in possesso delle comunicazioni tra la Lazio, il laboratorio Futura Diagnostica e l’Asl di Roma 1. In settimana arriveranno i risultati dei 95 tamponi, effettuati alla vigilia di Lazio-Juve, riprocessati da Maria Landi, dirigente medico del laboratorio di Microbiologia e Virologia dell’ospedaleMoscati di Avellino. Ad oggi resta un solo indagato: Massimiliano Taccone del Futura Diagnostica.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE

I più letti

CLASSIFICA SERIE A