La Roma vuole Mauricio Isla. L’esterno destro dell’Udinese, alle prese con la rieducazione dopo l’intervento al ginocchio, dà per certo l’addio all’Udinese e il suo agente italiano, Claudio Vagheggi, dice: «Piace a Roma, Inter e Chelsea ma se dovesse fare una scelta preferirebbe i nerazzurri». Di diverso avviso è invece l’altro suo agente, Leo Rodriguez, che qualche giorno fa ha detto che il futuro di Isla è ancora tutto da scrivere e che non ci sono ancora destinazioni preferite. Il motivo è semplice: Chelsea e Inter non sanno quale allenatore avranno l’anno prossimo e i loro programmi sono tutt’altro che definiti. A Trigoria, invece, si andrà avanti con Luis Enrique e questo è un punto a favore della Roma. Molto, comunque, dipenderà anche da quali competizione disputeranno Totti e compagni la prossima stagione: è certo che, in caso di qualificazione alla Champions, convincere Isla sarebbe più semplice.

Dalla Francia rimbalza un’indiscrezione secondo cui anche il Psg di Ancelotti sarebbe sulle tracce del giocatore e se così fosse è probabile che i soldi degli sceicchi potrebbero essere un elemento decisivo nella scelta del giocatore. La Roma, comunque, c’è, è alla finestra e aspetta l’evolversi della situazione. Roberto
Policano, osservatore dei friulani, sintetizza così la situazione: «Servirà offrire più dei nerazzurri». L’Udinese, d’altronde, ha tutto l’interesse a scatenare un’asta intorno al giocatore visto che sarà lui il pezzo forte del mercato da cui ricavare più possibile. Da un esterno di difesa a un centrocampista. Comprare un giocatore forte e dal temperamento importante, un mastino che possa fare sia l’interno sia il regista davanti alla difesa: è questo l’obiettivo di Sabatini, che sta guardando con attenzione al mercato slavo. Tomic del Partizan Belgrado continua ad offrirsi. L’agente del centrocampista, 24 anni, Radonjic Jovica ha detto: «La Roma è fantastica, ci piace. In questo momento è uno dei club più importanti per la crescita di un giovane. Personalmente non ho parlato con la Roma di Tomic, penso che a parlare siano stati i due club. Per Nemanja sarebbe un’opportunità importante, perché la società giallorossa è importante e ha una grande squadra. La nostra volontà? Se c’è la possibilità vuole la Roma».

Da un centrocampista che potrebbe arrivare a uno che invece già c’è e che vuole fare di tutto per rimanere. Secondo Rivellino, procuratore di Marquinho, il brasiliano «sta per arrivare al top della forma e si sta impegnando per convincere la Roma a tenerlo anche il prossimo anno». Capitolo attaccanti: vecchio – e mai passato di moda – pallino di Sabatini è Rodrigo Palacio del Genoa. Il presidente Preziosi ha aperto a una sua cessione in estate: «Lo scorso anno ho fatto di tutto per trattenerlo, adesso vedremo. Spesso somme ingenti di denaro hanno fatto cambiare idea a giocatori o presidenti, quindi vedremo a giugno cosa succederà, anche in relazione al nostro e al suo campionato».
Il Romanista – Chiara Zucchelli