Immobile, Dzeko e la quota 80: riparte il duello per la Champions

di Redazione

Questo campionato l’hanno iniziato col botto. Il sabato: tacco di Immobile, tre napoletani al bar, botta all’incrocio. La domenica: sinistro al volo di Dzeko sotto la traversa granata. Ma adesso, 5 mesi dopo, gli umori sono molto diversi. Edin ha segnato appena 2 gol in campionato, l’ultimo ad Empoli il 6 ottobre. Poi 8 partite a secco: record negativo eguagliato, per lui, gli era successo solo nella prima stagione romanista. Immobile ha firmato una doppietta anche in Coppa Italia, sabato scorso contro il Novara, arrivando a 80 gol con la Lazio. Gli stessi 80 che Dzeko ha segnato con la Roma. Nel weekend ritroveranno quegli avversari di agosto, a giorni invertiti: sabato Roma-Torino, domenica Napoli-Lazio. Come riporta il quotidiano Corriere della Sera, ripartirà così la volata per un posto in Champions, l’ultima volta fu nel 2012-13 quando Petkovic girò al secondo posto. L’anno dopo, un abisso: +20 per la Roma. Che poi, via via, ha chiuso l’andata con 10 punti di vantaggio, con 7, poi con 4, fino al +2 dell’anno scorso che in realtà, giocati i recuperi, sarebbe stato un 4° posto alla pari. A fine stagione, l’unica volta che la Roma americana ha chiuso dietro la Lazio è stata la prima, nel 2011-12, con Luis Enrique: poi, sempre davanti.