Peggiorano i conti della Roma nel primo semestre della stagione. Il bilancio consolidato al 31 dicembre 2011, appena approvato dal consiglio di amministrazione, fa registrare un risultato in rosso per 27 milioni, un fatturato in discesa a 47 milioni e un patrimonio netto negativo per 51 milioni.

Ricavi. Nel dettaglio, al netto dei risultati della gestione operativa del parco calciatori, il fatturato da luglio a dicembre 2011 è stato di 47,3 milioni di euro, in flessione del 34%, rispetto al semestre precedente (72 milioni di euro, al 31 dicembre 2010), principalmente per il venir meno di ricavi derivanti dalla partecipazione alla Champions League conseguiti nel 2010 per 23 milioni.

Costi. Sempre a livello semestrale, al netto dei risultati della gestione del parco calciatori, i costi operativi sono stati pari a 68,7 milioni di euro in flessione di circa il 9% rispetto al semestre 2010(75,2 milioni di euro) . La gestione operativa del parco calciatori ha comportato un risultato netto di 12,8 milioni di euro, in netta crescita rispetto al semestre 2010, per le operazioni di mercato realizzate nel calciomercato estivo.

Risultato. Al 31 dicembre 2011, il risultato netto consolidato è stato così negativo per 27,1 milioni di euro (-14,8 milioni di euro, al 31 dicembre 2010).

Patrimonio netto. Infine, al 31 dicembre 2011, il patrimoni netto consolidato è negativo per 51,1 milioni di euro, con una variazione negativa di 7,1 milioni di euro, dovuta, spiega la nota del cda, al risultato economico di periodo negativo per 27 milioni ed al versamento in conto futuro aumento di capitale, effettuato da Neep Roma Holding SpA, il 20 ottobre 2011, per 20 milioni di euro. Il bilancio separato dell’A.S. Roma a fine semestre ha fatto registrare un patrimonio netto pari a 63,3 milioni di euro, in flessione di 11,2 milioni di euro rispetto al 30 giugno 2011.

IlSole24Ore.com – Marco Bellinazzo