Il Tornatora

Genoa per lui. Una ferita ancora aperta: pesante k.o. e dimissioni. Ranieri cerca la rivincita

di Redazione

Alcune volte quando ci ripensa gli fa ancora male. Perché alcune ferite restano sulla pelle e continuano a sanguinare. E per uno come lui che a Trigoria ci porta mano nella mano anche il nipotino Orlando quelli dimissioni fecero malissimo. Perché la Roma se la sentiva come una casa sua già allora ovviamente e averla ritrovata adesso non può che fargli bene. Come tornare a Genova, appunto contro il Genoa punto già perché quel 20 febbraio 2011 la Roma subì una delle sconfitte più clamorose della sua storia battuta per 4-3 dai rossoblu dopo essere stata in vantaggio addirittura per 3-0 fino al 50′. Adesso Ranieri può prendersi la sua rivincita personale magari con una vittoria che abbia anche il gusto della Champions. Non servirà per far smettere di sanguinare quella ferita perché le dimissioni dalla Roma gli faranno sempre male quando volerà lì con la mente. Ma magari potrà aiutare nel presente e nel futuro. Lo riporta la Gazzetta dello sport.