Il Tornatora

Galeone: “Spalletti non si discute ma è troppo sanguigno. Mi auguro che Massara faccia bene”

di Redazione

Il Messaggero (E.Trotta) – Lo storico tecnico del Pescara, Giovanni Galeone, non ha mai smesso di seguire e tifare per i suoi allievi, Allegri, Gasperini e Giampaolo, amanti del bel gioco e protagonisti anche del vivace calciomercato delle panchine.

Di Francesco e Sousa, oltre a Spalletti, restano tra i più stimati in Italia dalla società bianconera… 
«La Juve potrebbe prendere il portoghese: uno dall’anima juventina. Spalletti non si discute, ma credo che lui e Sarri siano troppo sanguigni, non hanno juventinità. Giampaolo (la Samp gli ha proposto il rinnovo ndc), invece, potrebbe finire alla Fiorentina».

Ha allenato anche Ricky Massara….
«L’avevo preso io al Pescara. Un ragazzo fantastico e colto. Mi auguro che faccia bene, non è un impegno da poco essere ds della Roma. Se vogliono fare le cose in grande nella Capitale, bisogna muoversi nel mercato con tempestività. Alla Roma è complicato vincere. C’è una buonissima squadra, ma bisogna stabilire delle priorità, insistere su una formazione titolare e avere una panchina pronta, di grandissima qualità. Poi, fino a quando Totti non deciderà il suo futuro, non sarà facile muoversi».