Il Tornatora

Fonseca: “Giocheremo per vincere. Con la Juve non possiamo commettere gli stessi errori”

di Redazione

Paulo Fonseca ha parlato alla vigilia del match contro la Juventus, in programma domani e valevole per i quarti di finale di Coppa Italia. Queste le sue parole:

FONSECA A ROMA TV

Poco tempo tra la sfida al Genoa e quella alla Juventus, ci sono indicazioni dall’allenamento?
Abbiamo fatto un allenamento breve, i giocatori non hanno recuperato dalla partita di Genova. Ci siamo allenati da un punto di vista tattico. I giocatori sono in fiducia e motivati, vedremo domani come va contro una grande squadra come la Juventus.

C’è qualche giocatore recuperato?
Soltanto Fazio. Perotti non è pronto, così come Pastore e Mkhitaryan. Speriamo che contro la Lazio possa tornare Perotti.

La Roma ha sempre perso contro la Juventus all’Allianz Stadium, c’è sempre una prima volta però…
Sì (ride, ndr), per me questo non conta, è importante giocare con ambizione e voglia di vincere per cambiare questa tendenza. Sappiamo che è una partita difficile, la Juventus è una grande squadra ed è in un buon momento. Contro di loro abbiamo fatto una buona partita, possiamo pensare di vincere.

Aver affrontato la Juventus pochi giorni fa aiuta?
Può aiutare sia la Roma che la Juventus. Abbiamo rivisto questa partita, abbiamo bisogno di capire ciò che abbiamo sbagliato, non possiamo ripetere gli errori fatti nei primi minuti e migliorare quanto fatto nella ripresa.

Può essere un’occasione importante per Kalinic?
Sì, Kalinic ha fatto una grande partita contro il Parma, io sono molto fiducioso su di lui. Sono sicuro che domani farà una buona partita.

FONSECA ALLA RAI

“Come ho sempre detto, abbiamo ambizione in questa competizione. Giocheremo per vincere”.

Cosa vi ha insegnato la gara di campionato?
Che non possiamo sbagliare come abbiamo sbagliato all’inizio della partita, poi è difficile recuperare. Penso che il secondo tempo ha mostrato che possiamo lottare, avere ambizione di vincere contro la Juventus.

Che cos’è Cristiano Ronaldo per un allenatore portoghese?
E’ un orgoglio per noi portoghesi, è un grandissimo giocatore, è un simbolo del Portogallo e mi piace molto quando gioco contro di lui. Non possiamo sbagliare difensivamente, dobbiamo avere il pallone, è importante attaccare con aggressività.