Fonseca disegna la Roma che vuole

No a una rivoluzione di mercato: ritiene che la base tecnica sia buona, basta che non spariscano i pilastri... E tanta elasticità tattica

di Redazione

Corriere dello Sport (R. Maida) – Paulo Fonseca sarà ancora il tecnico della Roma per la prossima stagione. Il quinto posto raggiunto non era l’obiettivo di inizio stagione, ma la società, anche con l’arrivo di Friedkin, ha intenzione di dare fiducia al tecnico portoghese. Da parte sua, l’allenatore è convinto di avere a disposizione una buona base di giocatori per costruire un gruppo vincente negli anni. Alla dirigenza chiederà di non smantellare la rosa, con grandi rivoluzioni in sede di mercato, ma di confermare alcuni punti fermi: Pellegrini, Zaniolo, Mancini, Veretout e Ibanez. A questi andranno aggiunti alcuni giocatori esperti, vedi Smalling e Pedro. In entrata Fonseca vorrebbe tre rinforzi mirati: un terzino, un centrocampista e un vice-Dzeko. Infine, l’ex Shakhtar in Italia ha capito di dover essere flessibile e ripartirà dal 3-4-2-1, anche se resta convinto che il 4-2-3-1 sia il modulo migliore per coprire il campo.