Il Tornatora

Fonseca: “Abbiamo meritato per il carattere e l’unione e dominato tutta la partita. Dzeko è fondamentale, è un grandissimo giocatore” – V IDEO

di Redazione

Paulo Fonseca, allenatore della Roma, è stato intervistato durante il post-partita di Bologna-Roma 1-2. Queste le sue parole:

FONSECA IN CONFERENZA STAMPA

Lo spirito di squadra?
Questa era la nostra prima vera trasferta e dovevamo dimostrare lo stesso spirito visto all’Olimpico. Il Bologna ha creato pericoli ma noi abbiamo mostrato grande carattere. Abbiamo creduto fino all’ultimo di poter vincere e per questo abbiamo meritato.

Cos’è successo nel finale con Medel?
Si è avvicinato alla nostra panchina molto arrabbiato e ho cercato di calmarlo.

La Roma ha dominato?
Sì, abbiamo giocato spesso nella metà campo offensiva anche se negli ultimi 30 metri è mancata la giusta qualità. Su questo dobbiamo lavorare.

La partita di Veretout?
Ha fatto molto bene, ha chiuso in crescendo ed è stato protagonista in occasione del gol. È un giocatore molto importante per noi.

La scelta di tenere Kolarov alto?
L’idea è quella di avere sempre un terzino più alto e uno basso. Oggi è toccato ad Aleksandar ma possiamo usare altri assetti. Nella ripresa, per esempio, anche Spinazzola ha spinto molto. Dipende sempre dalla strategia e dall’avversario.

Gli episodi arbitrali?
Non sono solito commentare. Secondo me oggi c’è stato qualche errore a nostro sfavore ma ci possono stare.

La Roma può puntare in alto?
Io guardo soltanto alla prossima partita con l’Atalanta, non guardo la classifica.

Zaniolo in panchina?
C’è grande qualità nella nostra rosa e dal punto di vista strategico oggi ho preferito mettere Kluivert. È un bel problema avere giocatori che ti possono mettere in difficoltà. Oggi è importante che stiano bene dal punto di vista fisico. Zaniolo è giovane e di grande valore, avrà le sue occasioniò.

Il pareggio sarebbe stato bugiardo come risultato?
Sarebbe stato un risultato accettabile, certamente. Non volevo dire che siamo stati migliori del Bologna ma che abbiamo fatto molto bene. Permettetemi di ringraziare i nostri tifosi.

FONSECA A SKY SPORT

Terza vittoria consecutiva, questa è stata la vittoria del carattere…
Prima di tutto abbiamo meritato la vittoria, abbiamo giocato bene. Abbiamo dominato tutta la partita, è vero che nel secondo tempo il Bologna è salito più volte e ha creato una o due occasioni da gol ma come ho detto abbiamo meritato la vittoria per il carattere e l’unione, oltre al coraggio che abbiamo dimostrato qui.

Ci ha stupito la condizione atletica della squadra visto che eravate in inferiorità numerica. E’ soddisfatto?
Sì, non possiamo dimenticare che abbiamo giocato con l’Istanbul a metà settimana. Stiamo bene fisicamente.

In Italia può succedere che anche giocando bene si può anche perdere la partita. E’ consapevole di questo?
Io ho visto molte partite e so perfettamente che la partita è sempre pericolosa. Lo sappiamo che anche quando abbiamo la palla possiamo correre dei rischi.

Non si preoccupa delle critiche? In un certo senso sei un extraterrestre perché vieni da un altro Paese…
Se noi capiamo la situazione dall’inizio possiamo vedere che non abbiamo cambiato le cose. Penso che questo modo di giocare è un modo più realista. Noi vogliamo sempre vincere.

Come hai convinto Dzeko a rimanere e a farlo diventare così determinante?
Penso che tutti, non solo Dzeko, siano contenti. E’ possibile vederlo dal modo in cui abbiamo giocato. Dzeko è fondamentale, è un grandissimo giocatore. Dal primo giorno ho lavorato con Dzeko, l’ho motivato, entusiasmato. Confido molto in lui.

FONSECA A ROMA TV

Una vittoria diversa rispetto al passato, di carattere…
Sì, abbiamo meritato la vittoria perché abbiamo fatto una partita coraggiosa. È difficile giocare qui con questa squadra. Il Bologna è una buona squadra, ma noi abbiamo fatto meglio nei novanta minuti e abbiamo creato occasioni per vincere. Abbiamo vinto perché abbiamo carattere.

Il Bologna ha tirato in porta solo sei volte. Numeri importanti per la difesa della squadra…
Stiamo imparando anche difensivamente, il Bologna non ha avuto molte occasioni. Abbiamo giocato sempre nella metà campo offensiva ed è normale che gli avversari abbiano dei momenti per contrattaccare. La squadra sta imparando in fase difensiva, è importante.

Coraggio è andare alla ricerca del gol al 95′. Questo la ripaga?
Quando parlo di coraggio parlo di una squadra che domina la partita in trasferta contro un grande avversario. Abbiamo fatto questo, abbiamo giocato sempre nella metà campo offensiva, non pensiamo solo alla difesa, il contrario. Abbiamo attaccato sempre e creato situazioni. Tutti insieme abbiamo meritato. Per questo parlo di coraggio.

Preferiva una grande prestazione con un risultato negativo o il contrario?
Sono realista, mi piace un buon calcio ma prima devo vincere. Possono essere come oggi tutte le partite. Di certo dobbiamo soffrire, ma per me è più importante vincere.

Come mai nel primo tempo, anche in coppa, manca il coraggio di andare a dribblare?
Nel primo tempo non abbiamo fatto movimento in profondità nell’ultimo terzo di campo. È vero è mancata un po’ di iniziativa individuale. Non siamo arrivati con pericolo nell’area avversaria e questo dobbiamo imparare a farlo. Ma una cosa che non possiamo dimenticare è che noi abbiamo fatto una partita in mezzo alla settimana, il Bologna no. Anche per questo è importante vincere, la squadra ha dimostrato capacità di sacrificio.