Fisichella a PR: “La Roma deve andare a testa alta per il campionato e la Champions. Totti da dirigente sta facendo un buon lavoro” – VIDEO

di Redazione

Pagine Romaniste (da Vallelunga Y.Oggiano) – Giancarlo Fisichella, pilota Ferrari Gran Turismo e tifoso della Roma, ci ha raccontato in quel di Vallelunga, dove nel weekend si è svolta la quinta tappa del Campionato Italiano Gran Turismo, le sue impressioni sulla gara svolta e su quello che potrà aspettare la squadra di mister Di Francesco durante la stagione. Queste le sue parole:

Come è andata la gara?
E’ stata abbastanza dura soprattutto perché dovevamo scontare 15 secondi di handicap visto che abbiamo vinto l’ultima gara al Mugello e al pitstop siamo dovuti stare 15 secondi in più degli altri. Siamo usciti sesti dietro alla Lamborghini poi abbiamo recuperato una posizione e ho cercato di passarla in tutti i modi. E’ stata una battaglia abbastanza dura, mi ha chiuso dappertutto però è la gara.

C’era un grande passo che lascia ben sperare per il futuro…
Siamo primi in campionato e dobbiamo difendere questa posizione.

Ora sei con la Scuderia Baldini, che esperienza è e che progetti ci sono per il futuro?
Esperienza bellissima. E’ il primo anno che faccio il campionato italiano GT con la squadra Baldini e devo dire che sono contentissimo, mi sono sentito subito in famiglia. Vengo a fare le gare divertendomi con un’atmosfera fantastica e allo stesso momento si riesce anche a vincere. Un Team molto professionale con una grande esperienza in questo campionato e ci stiamo battendo alla grande.

Hai vinto due 24h di Le Mans con Bruni e Vilander. Come si crea questa alchimia?
Vincere una 24h di Le Mans non è facile, è una gara che si costruisce negli anni con lo sviluppo della macchina e con la crescita del Team tutto insieme, dai meccanici, agli ingegneri e soprattutto i tre piloti che devono essere in sintonia, in simbiosi, devono essere amici e lavorare insieme per cercare di trovare un assetto che vada bene a tutti e tre. Con Bruni e Vilander abbiamo vinto tantissime gare, abbiamo vinto Campionati del Mondo, due 24h di Le Mans, due Petite Le Mans in America e sono contentissimo di quello che ho fatto fino ad oggi con questa categoria molto difficile, con queste macchine GT dove c’è tanta concorrenza.

L’alchimia si trova negli anni e passando alla Roma questa alchimia è stata un po’ alterata da cessioni e acquisti. Che cosa puoi suggerire a società e Di Francesco?
Sono amico di Di Francesco. L’ho conosciuto tanti anni fa quando giocava alla Roma e sono a suo favore. So che quest’anno ha una rosa abbastanza giovane, un po’ tutta nuova. Siamo partiti abbastanza bene e peccato la partita col Milan che abbiamo perso agli ultimi secondi, quello non ci voleva ma l’importante è concentrarsi e cercare di andare avanti a testa alta per il campionato e per la Champions League.

In Champions League un girone abbordabile che può favorire la Roma per il passaggio del turno e per ripetere l’exploit dell’anno scorso…
L’anno scorso è stato fatto, non dico un miracolo, ma una Champions League che nessuno si aspettava, nessuno ci credeva di arrivare così avanti. Abbiamo tenuto testa al Barcellona, abbiamo quasi umiliato il Barcellona, ce la siamo battuta alla pari col Liverpool nonostante la sconfitta in casa loro qui abbiamo rischiato di passare anche il turno. Quindi speriamo di ripeterci quest’anno.

Come stai vedendo Totti in questa nuova veste?
Ognuno di noi vorrebbe vederlo ancora in campo. Ho visto che da dirigente sta facendo un buon lavoro. E’ ovvio che è tutto nuovo per lui però sono sicuro che dà dei consigli importanti alla squadra e alla dirigenza. Speriamo che sia un’annata buona per tutti.

Un augurio per Di Francesco?
Un grosso in bocca al lupo, speriamo bene. Un saluto a Di Francesco e a tutta la squadra e sempre forza Roma.