Monaco di Baviera, Allianz Arena. Bayern Monaco   1-1  Chelsea (82′ Muller, 89′ Drogba).

L’ultima partita della stagione Europea. A contendersi il titolo Il Bayern Monaco di Jupp Heinkes, padrone di casa, ed il Chelsea di Di Matteo. Sin dal primo minuto le due squadre palesano il loro gioco: i tedeschi ad attaccare e gli ospiti a chiudersi in difesa ed a ripartire in contropiede. Il Bayern costruisce delle buone trame offensive, ma la difesa inglese chiude tutti gli spazi. E’ Robben il più pericoloso per il Bayern, andando al tiro in un paio di occasioni. Nessun preoccupazione per Cech. Il Chelsea conclude verso  la porta difesa da Neuer soltanto da calcio di punizione, prima Lampard, poi Mata tentano la conclusione. Nulla di fatto. Nella seconda metà del primo tempo, la gara si accende. E’ Kalou il più pericoloso per il Chelsea. L’ivoriano conclude a rete due volte non creando però nessun problema ai bavaresi. I padroni di casa reagiscono e sul finire della frazione costruiscono due ottime occasioni prima con Robben, la cui conclusione viene deviata da Cech, un pò fortunatamente, sulla traversa, poi con Gomez che non sfrutta gli assist dei compagni.Il primo tempo si conclude sullo 0-0. Una partita non bella che si è accesa in poche occasioni. Sicuramente il Bayern ha costruito più del Chelsea che ha mantenuto il proprio atteggiamento tattico per tutti i primi 45 minuti.

La seconda frazione ripropone la stessa trama del primo tempo, con i padroni di casa spinti in attacco cercando di sfruttare il fattore campo ed il Chelsea attento e compatto. Spettacolare conclusione di Drogba, che tenta un girata dai 30 m. Tiro controllato senza problemi da Neuer. E’ sempre il Bayern a rendersi pericoloso, con le azioni sulle fasce di Robben e di Ribrey. Il Chelsea, con il passare dei minuti, sembra accusare la spinta offensiva degli uomini di Heinkes. La valanga bavarese si abbatte sul fortino costruito da Di Matteo, che pian piano mostra le prime crepe. Il Bayern, fiutando le difficoltà degli avversari, non molla il colpo e all’82′  torva il gol del vantaggio. Traversone di Kroos dalla sinistra, Gomez non ci arriva ed il pallone arriva sulla testa di Muller che, lasciato solo dalla pessima marcatura dei blues, insacca il pallone alle spalle di un non incolpevole Cech. Ma proprio quando la coppa dalle grandi orecchie sembrava aver preso la strada di Monaco, accade l’imprevisto. All’89′, al primo calcio d’angolo a favore, Drogba colpisce di testa, infilando Neuer. Al primo tiro in porta, l’ivoriano non perdona. Il Chelsea riagguanta il pari. I tifosi bavaresi ammutolitiI tempi regolamentari terminano sull’1-1. Si andrà ai tempi supplementari.

E’ il Chelsea a partire forte, chiudendo gli avversari nella propria metà campo. Ma questa partita non ha nulla di scontato. Al 93′ Ribery entra in area ma viene steso da Drogba. Rigore netto. Robben si incarica della battuta. Conclusione non angolatissima che Cech neutralizza. Più che un match-point sprecato dai bavaresi. Il primo tempo supplementare non offre altre emozioni. Risultato invariato. Al 107′ grandissima occasione per i bavaresi. Cross di Lahm dalla destra che pesca Olic solo in area di rigore, ma la conclusione del croato rimane a metà strada tra un cross ed una conclusione in porta. Pallone che scivola a pochi centimetri dal palo. Il Bayern spinge sull’acceleratore e costruisce l’ennesima occasione della partita con Gomez, che viene chiuso però dal recuper della difesa dei blues. Non bastano 120′ per eleggere la squadra campione d’europa. Gli attacchi tedeschi sono stati bloccati dalla tattica minuziosa degli uomini di Di Matteo. Si andrà ai rigori.

Dagli 11 metri:

Lahm (Bayern): Cech intuisce, ma palla in rete.

Mata (Chelsea): Rigore calciato malissimo. Neuer neutralizza.

Gomez (Bayern): Palla alle spalle di Cech.

David Luiz (Chelsea): Grandissimo rigore. Sfera da una parte, portire dall’altra.

Neuer (Bayern): Rasoiata alla destra di Cech.

Lampard (Chelsea): Tiro centrale. Neuer non si muove, ma la bordata del capitano si insacca sotto la traversa.

Olic (Bayern): Miracolo di Cech.

Cole (Chelsea): Gran bel rigore. Neuer battuto.

Schweinsteiger (Bayern): Palla sul palo. Allianz Arena ammutolita.

Drogba (Chelsea): Gol! Gol! Gol !

Bayern Monaco  4-5  Chelsea d.c.r.

Il Chelsea è campione d’europa! E’ Drogba l’uomo del destino. L’ivoriano ha trascinato i blues per l’intera stagione, ed ha trovato il gol più importante della sua carriera nella serata più importante. Di Matteo consegna la prima Champions League della storia del Chelsea ad Abramovich. I fantasmi di Mosca 2008 sono stati spazzati via. Dopo una partita, oggettivamente dominata sul piano del gioco, i bavaresi si sono dovuti arrendere al destino, che ha voluto riconsegnare ciò che aveva tolto al Chelsea nel diluvio di Mosca. Per i tedeschi è la seconda finale persa in 3 anni, dopo la sconfitta contro l’Inter di Mourinho.