Pagine Romaniste

E domani per Kessie nuovo doppio assalto

di Redazione

Corriere Dello Sport (F.Fedele) – Oggi la sfida in campo, domani Milan e Roma torneranno a duellare per Kessie: entrambe hanno in agenda una nuova mossa per rilanciare. Al momento le società hanno pareggiato le rispettive offerte, all’Atalanta e al giocatore, che ora dovrà dare una risposta. Vincenzo Montella dovrà fare a meno anche questa sera (ore 20,45 a San Siro) di Alessio Romagnoli al centro della difesa. L’ex giallorosso è alla sua terza assenza consecutiva, dopo l’ultima fortunata apparizione nel derby dove innescò con un gol la rimonta (da 0-2 a 2-2) dei rossoneri. Il tecnico sarà costretto a ripresentare la medesima coppia centrale (Zapata-Paletta) che non ha certo brillato contro Empoli (1-2) e Crotone (1-1). Il ballottaggio fra il colombiano e Gomez è stato breve, quasi scontato perché Montella considera Gomez ancora impreparato ad affrontare con profitto la Serie A da titolare. Considerata l’emergenza difensiva (anche Abate e Antonelli sono ancora «out»), è stato convocato Mattia Gabbia (classe 1999) che, in realtà, nella Primavera di Stefano Nava viene utilizzato anche come mediano. Sul fronte d’attacco terza riconferma consecutiva da titolare per Gianluca Lapadula con Bacca ancora in panchina.

AMBIENTE – La sfida di questa sera si presenta decisamente complicata e delicata per il Milan che ha l’obbligo di mantenere il sesto posto che vale l’accesso all’Europa League 2017- 2018. Ieri Montella ha lanciato anche un appello ai tifosi del Milan che, in occasione della partita contro l’Empoli, avevano duramente contestato Mattia De Sciglio. «Mi auguro che ci sia una tregua, De Sciglio è un patrimonio del Milan e della Nazionale. Se giocherà sarà capitano, la gerarchia è la solita. Futuro? Il capitano secondo me, dovrebbe essere il giocatore che ha più valenza ed è più stimato nel gruppo. Donnarumma? È un bambino, non mi piace il portiere capitano perché non riesce a parlare con compagni e arbitro».