E’ il giorno del futuro. Il giorno in cui la Roma riceverà nuova linfa, in termini economici, dall’aumento di capitale. La ricapitalizzazione darà forza a un bilancio che nel giugno dello scorso anno aveva chiuso con un passivo di oltre 30 milioni di euro. Oggi (a partire dalle ore 15) a Trigoria sono in programma assemblea degli azionisti e riunione del consiglio di amministrazione. E a Roma, da giorni, c’è anche il presidente giallorosso, Thomas DiBenedetto. Che in qualche modo ha rassicurato i tifosi romanisti: “Il nostro primo obiettivo? Vincere”. (…)

APPUNTAMENTO – Parte della dirigenza giallorossa si è ritrovata ieri a mezzogiorno fuori dall’Olimpico, per inaugurare il nuovo spazio tutto romanista dedicato ai tifosi, grandi e piccoli, il “Cuore Sole Village”. Oggi invece saranno tutti impegnati in un passaggio fondamentale. Prima la delibera dell’assemblea dei soci, poi la ratifica del CdA. Sono arrivati nella Capitale anche i due nuovi membri del consiglio: Mark Pannes e Brian Klein si insedieranno prendendo il posto dei dimissionari Michael Ruane e Richard D’Amore. I frutti di quello che accadrà nel pomeriggio a Trigoria, saranno raccolti e visibili in bilancio solo tra qualche mese, tra aprile e maggio, perché l’iter del processo di aumento di capitale richiede diversi passaggi tecnici. Ecco Claudio Fenucci, ad giallorosso: “Il CdA è stato convocato, ma non ci sono particolari novità. Andiamo avanti come abbiamo sempre fatto. E l’aumento di capitale è già stato ampiamente annunciato”. (…)

OBIETTIVI – I soldi della ricapitalizzazione non serviranno né per il mercato, né tantomeno per il rinnovo contrattuale di De Rossi. Primo perché, come detto, i frutti si raccoglieranno non prima di qualche mese. Secondo perché sono capitali che serviranno alla sopravvivenza stessa del club, altrimenti messa a serio rischio. Sono stati stanziati 80 milioni di euro, lo step di oggi ne vedrà investiti solo un parte: la cifra che mancherà al totale di 80 sarà utilizzata più avanti.
E proprio a proposito del contratto di De Rossi, a un giorno di distanza dalla possibilità che il mediano abbia la possibilità di firmare con qualsiasi club senza incorrere in comportamenti non regolamentari, l’universo-Roma è ancora in attesa di novità. “Non bisognerà attendere molto” aveva detto martedì scorso a Torino il dg Franco Baldini, aggiungendo che “la situazione è delineata”. In tal senso, sono giorni importanti. E ieri il presidente DiBenedetto non si è espresso sul tema-De Rossi: “Non commento sul contratto del centrocampista, se ne stanno occupando i dirigenti”.

Corriere dello Sport – Alberto Ghiacci