Il Tornatora

Il combattente De Rossi fa 300 in serie A con la Roma

di Redazione

In una stagione avara di soddisfazioni personali Daniele De Rossi raggiunge un record importante: scendendo in campo domenica contro il Parma, giocherà la partita numero 300 in serie A con la maglia della Roma, l’unica indossata finora (l’avverbio è d’obbligo) dal centrocampista di Ostia.

De Rossi raggiungerà così quei sette giocatori che prima di lui sono riusciti nell’impresa: Masetti, Losi, Santarini, Conti, Giannini, Aldair e Totti, in rigoroso ordine cronologico. Record che, a tinte giallorosse, assume ancora un significato maggiore se si pensa che di questi otto, ben sei hanno giocato nel massimo campionato italiano esclusivamente con la maglia della Roma. Le eccezioni infatti sono quelle di Santarini e Giannini che sono scesi in campo anche con le maglie di Inter e Catanzaro il primo, e Napoli e Lecce il secondo.

Daniele, insieme a Bruno Conti (che si è fermato a 304 e presto potrebbe essere superato), è arrivato a questa cifra senza mai essere titolare della fascia da capitano, saldamente al braccio di Francesco Totti, l’unico degli otto a superare il muro delle 400 (domenica sarà la partita numero 527, ma ormai non fa più notizia).

Il futuro di De Rossi è ancora incerto, il rapporto con la gente di Roma non è mai stato così debole e i tifosi oggi non si strapperebbero i capelli per un eventuale addio del centrocampista, soprattutto dopo l’ultima stagione, la peggiore da quando è sceso in campo la prima volta con la maglia della Roma, il 25 gennaio 2003 allo stadio Sinigaglia di Como.
La volontà del ragazzo e della società, che lo ha blindato fino al 2017 per 10 milioni lordi all’anno, è quella di ricominciare a volare insieme per riportare la Roma in alto in classifica per poter finalmente tornare a sollevare qualche trofeo. D’altronde quello che vuole, nonostante tutte le voci che si rincorrono, l’ha sempre detto: “L’unico rimpianto è di poter regalare alla Roma una sola carriera”.
Lorenzo Pompili