Cristante e Karsdorp, Fonseca li ha rilanciati

Il Corriere Dello Sport (M.Filacchione) – Uno sta dimostrando una duttilità rara, l’altro si è deciso a mandare bagliori da giocatore, dopo un triennio fatto di agguati della malasorte e occasioni perse. Bryan Cristante e Rick Karsdorp hanno storie diverse, ma anche qualche analogia. Entrambi sono nati nel 1995, a 20 giorni di distanza. Entrambi colpi di Monchi, che li presentò alla sua maniera: Karsdorp era un “grande calciatore per il presente e il futuro“, Cristante “il miglior centrocampista italiano della scorsa stagione“. Entrambi, poi, sono usciti rafforzati dal match contro il Sassuolo. Su 10 partite giocate da inizio stagione, soltanto in 4 Cristante ha rivestito il ruolo di centrocampista, per il resto ha fatto il centrale arretrato nella difesa a tre. Un ruolo che, per sua stessa ammissione, ama poco, ma nel quale incontra l’evidente gradimento di Fonseca. Per Karsdorp invece il responso di domenica scorsa è ancora più significativo, perché nella sua tormentata esperienza giallorossa non lo si era mai visto così coinvolto e determinato. Segnali incoraggianti per uno che a inizio stagione era stato messo senza rimpianti in lista di uscita.

PER APPROFONDIRE LEGGI ANCHE

I più letti

CLASSIFICA SERIE A