La Gazzetta dello Sport (V. Piccioni, A. Gozzini) – Continua la tensione tra il ministro dello sport Spadafora, che ha considerato la ripresa uno “spiraglio”, e la Lega di Serie A. In Francia l’intero castello di carte della Ligue 1 è stato spazzato via in un minuto dopo le parole del primo ministro Philippe. Il problema è che ora ai club si è unita anche l’Aic, che ha ritenuto inammissibile non prevedere la possibilità degli allenamenti individuali anche per atleti di sport collettivi dal 4 maggio. Immediatamente Spadafora ha chiamato Tommasi e ha spiegato che ciò sarebbe stato impossibile dopo le valutazioni del Comitato tecnico scientifico. Il ministro è anche infastidito da alcuni presidenti che a suo dire hanno il “vizietto” di dire falsità per screditare il Governo. Intanto il primo del mese ci sarà un’assemblea di A straordinaria sui diritti Tv, per capire se concedere o no dilazioni alle emittenti che l’hanno richieste.