Fonseca: “Importante sentire il sostegno dei tifosi, vogliamo lottare per il club” – VIDEO

Paulo Fonseca, tecnico della Roma, ha parlato alla vigilia della semifinale di Europa League contro il Manchester United. Queste le parole dell’allenatore portoghese:

PAULO FONSECA IN CONFERENZA STAMPA

“È una partita importantissima. Non tutti i giorni si arriva in semifinale. Tutti capiamo l’importanza. Oggi abbiamo avuto i tifosi, è importante sentire questo sostegno. Vogliamo lottare per il club”.

Lo United è una grandissima squadra…

Sì questa partita è contro una grandissima squadra. La favorita per vincere la competizione. Abbiamo preparato bene la partita, ovviamente ho parlato con Smalling e Mkhitaryan che hanno giocato qui. Hanno esperienza nella competizione. Tutti noi sappiamo che sarà difficile, rispettiamo il Manchester ma abbiamo le nostre ambizioni.

Gli attacchi di entrambe le squadre sono temibili…

Sì, noi sappiamo che gli attacchi sono molto forti, veloci. Noi abbiamo preparato bene la partita. È importantissimo avere Chris, è importante giocare domani. Non abbiamo Mancini, ma i giocatori che abbiamo mi danno fiducia. Penso che la questione difensiva è per tutte le squadre. Siamo pronti per affrontarla.

Quanto può essere utile avere i tifosi a sostenere la squadra?

Sì, penso che sia molto importante per noi sentire il sostegno dei tifosi. È una motivazione. Tutti noi capiamo l’importanza di questa semifinale. Siamo tutti motivati, ma avere questi tifosi può aiutare molto la squadra.

PAULO FONSECA A SKY SPORT

Nella sua carriera dove mette la partita di domani?

E’ una delle più importanti, non abbiamo molte opportunità di giocare le semifinali. E’ importante per la mia carriera, ma lo è di più per la Roma.

Cosa serve per far risultato qui?

E’ difficile dare una ricetta quando giochiamo con lo United. Dobbiamo fare la partita perfetta, è il principale candidato per vincere la competizione. Siamo qui con ambizione, per fare una buona partita credendo che sia possibile vince e capendo che non possiamo sbagliare. Serve una partita concentrata e perfetta.

Quanto è difficile dimenticare cosa si dice sul suo futuro e concentrarsi su domani?

Con equilibrio. Non è importante il futuro di Fonseca, ma il futuro della Roma. Sono focalizzato sul lavoro.

Qual è il problema più grave che deve affrontare la sua squadra? L’uomo che crea più problemi?

Sì, ma abbiamo la motivazione di giocare una semifinale. Ma è stato importante recuperare giocatori come Smalling, Mkhitaryan e Veretout. Lo United ha un attacco forte e veloce, Rashford è pericolo e profondo, dobbiamo stare attenti all’attacco del Manchester.

Solskjaer aveva detto di non conoscere la Roma, poi si è scusato. E’ una motivazione in più per i giocatori…

Penso di no, non sono importanti le sue parole e non voglio commentare. Magari non aveva visto molto le partite della Roma, posso capire.

Ha fatto un favore ai suoi giocatori…

Sono cose importanti, ma non possiamo parlare molto di questo.

Tramite il gioco vuole la semifinale giusto?

Sì, arriviamo con grande rispetto ma con grande ambizione. Dobbiamo sognare, fare tutto e lottare perché questo momento è troppo importante per noi, per la città, i tifosi e per l’Italia. Vogliamo lottare per tutti.

Questa squadra ha un’anima più europea?

Magari. Siamo qui perché la squadra è andata sempre bene in questa competizione. Non andiamo molto bene in campionato, ma è stato difficile gestire le partite con tanti giocatori infortunati. E’ importante quello che possiamo fare domani, è importante per noi, vogliamo giocare questa difficile squadra con ambizione.

PAULO FONSECA A ROMA TV

Serata storica. Domani sarà più importante gestire o attaccare?

Penso che è tutto importante. Tutti i dettagli sono importanti. Quello che penso che una squadra arriva qui e pensa solo a difendere è più difficile. Vogliamo avere la palla, ma anche difendere.

Recupera giocatori importanti, quanto è importante?

Molto. Chris, Spinazzola, Miki, Veretout abbiamo bisogno di tutti i giocatori. Di quelli più importanti. Contro il Manchester è importante avere tutti.

Non ci sono tifosi, può cambiare?

No, mi piacere avere i tifosi. Ma non è determinante. L’importanza è la stessa, è una semifinale.

Che emozione ha avuto con i tifosi?

È molto importante, soprattutto per la Roma. Abbiamo l’opportunità di fare la storia. È importante per la città, abbiamo avuto i tifosi a Trigoria. Pensiamo a retribuire questo sostegno. Dobbiamo lottare per loro.

PER APPROFONDIRE LEGGI ANCHE

I più letti

CLASSIFICA SERIE A