Stefano Ciavattini, capitano della Roma Primavera, ha parlato ai microfoni di Roma Tv al termine della gara persa contro l’Atletico Madrid. Queste le dichiarazioni del difensore giallorosso:

Che partita è stata?
Siamo stati sfortunati nell’andare sotto di due gol. Non lo meritavamo. Avevamo dimostrato anche all’inizio del primo tempi di potergli fare male, poi la partita è andata storta. Il primo gol forse è in fuorigioco, dobbiamo però fare i complimenti alla squadra per la reazione. Fatto il 2-1 abbiamo rischiato più volte di pareggiare. Le sfide più importanti sono queste contro Atletico e Chelsea anche se c’è l’incognita Qarabag. Il risultato è amaro però siamo soddisfatti, abbiamo dato il massimo e dimostrato a tutti di potercela giocare a viso aperto. Il percorso è ancora lungo.

Hai trasmesso tranquillità ai tuoi compagni, molti erano all’esordio…
Sicuramente è una competizione anomala per questa età ma ci fa sicuramente bene. È il terzo anno che partecipo a questa competizione, ho cercato di trasmettere ai più giovani un senso di tranquillità che hanno dimostrato di avere. Siamo tutti soddisfatti del gruppo.

Credete nella qualificazione?
Questo gruppo ci ha sempre creduto nonostante la grande rivoluzione rispetto all’anno scorso. Chi viene dagli allievi e chi ha giocato poco dimostrare di essere comunque un grande gruppo, che lavora a testa bassa. Abbiamo qualità e vogliamo puntare in alto.