Il Tornatora

Ci pensa Fonseca: “Obbiettivo zona Champions ma a Roma voglio vincere”

di Redazione

Paulo Fonseca di sicuro si siede su una panchina oggettivamente bollente (8 allenatori in altrettanti anni di proprietà Usa) e lo dice chiaramente. “Non ho paura, non conosco questo sentimento – spiega – . Non so che cosa ho di diverso rispetto ai miei predecessori. A parlare sono solo i risultati, perché l’allenatore è rappresentato dai risultati. Se faremo i risultati vedremo chi sono“. Quindi il tecnico portoghese, anche se premette che come il presidente Pallotta non gli abbia fissato traguardi, l’asticella ce l’ha ben chiara. “Non sarà la mia Roma, ma di tutti. Io però mi impongo di tornare subito in Champions League. Non faccio una promessa, ma ho una convinzione: ho due anni di contratto più un opzione per un altro, ma sono convinto che potremo vincere qualcosa“. Per farlo ha bisogno di un mercato a sua immagine e somiglianza, ed anche su questo fronte dà garanzie che il rapporto con il d.s. è eccellente. “Sono in piena sintonia con Petrachi e con quanto ha detto lui” Questa la risposta a chi gli chiede di Higuain La sintonia rimane anche riguardo a Dzeko. “Non ho ancora parlato con lui. So che lo ha fatto il d.s. Io voglio che restino qui solamente quelli felici e che hanno voglia di Roma”. Confermato per ora Florenzi capitano, Fonseca prova a spiegare il suo gioco. “Negli ultimi anni in Italia ha sempre vinto chi ha subito meno gol. Per me il miglior modo di difendere è avere la palla e stare lontano dalla nostra porta“. Lo riporta La Gazzetta dello Sport.