Caso tamponi: Lotito si difende e scarica i suoi

La Gazzetta dello Sport (V. Piccioni) – Novità nella strategia difensiva della Lazio sul caso tamponi verso il processo sportivo del 16 marzo: la linea di Claudio Lotito, il presidente deferito insieme con la società e i medici Fabio Rodia e Ivo Pulcini, sarebbe quella di ridurre il ruolo del numero 1 del club sulla base della Legge 231. Con l’obiettivo di allontanare lo spettro di una condanna per responsabilità diretta della società e la conseguente sanzione con punti di penalizzazione e derubricando invece il tutto alla responsabilità oggettiva. 

PER APPROFONDIRE LEGGI ANCHE

I più letti

CLASSIFICA SERIE A