Corriere dello Sport (R.Maida) – Entusiasmo e polemiche: sono troppi 89 euro per il biglietto di un settore ospiti, anche se al Camp Nou di Barcellona, anche se per un quarto di finale di Champions. E i tifosi protestano sui social. Da oggi la Roma metterà in vendita la propria quota tagliandi, corrispondente a circa il 5 per cento dello stadio, senza poter incidere sul prezzo, che ovviamente è stabilito dal Barça: a disposizione dei romanisti ci sono circa 4.500 ingressi. Resta da vedere se andranno esauriti. «Se costassero di meno – ha osservato Monchi ai microfoni della radio spagnola Cadena Seri nostri tifosi riempirebbero sicuramente il settore, perché sono incredibili. Noi però non possiamo intervenire, sarebbe bello se il prezzo fosse più basso. Sarebbe un modo per avvicinare la gente negli stadi». In realtà il Barcellona, per accontentare i romanisti, dovrebbe abbassare anche i prezzi dei settori corrispondenti per i propri tifosi, come da normativa Uefa. La Roma, ad esempio, venderà a 60 euro il suo settore ospiti ai tifosi del Barcellona, lo stesso prezzo dei Distinti riservati ai propri appassionati.

MODALITA’ – Comunque: da oggi parte la distribuzione dei biglietti, divisa come al solito in varie fasi per privilegiare i tifosi più fedeli. L’unico punto vendita autorizzato sarà il Roma Store di Via del Corso.  Per 9 ore, dalle 10 alle 19, possono comprarli solo i tifosi che sono andati a Baku all’inizio dell’avventura di Champions, mostrando il biglietto aereo o il visto d’ingresso per l’Azerbaigian, più almeno due biglietti su tre delle successive trasferte europee. La restrizione serve perché molti tifosi, a settembre, acquistarono il biglietto di Qarabag-Roma grazie ai prezzi popolari ma senza poi andare effettivamente a Baku. Dunque non sono previste grandi file oggi per il Camp Nou. E nemmeno nei prossimi giorni quando ci saranno altri tipi di prelazione (il comunicato sul sito della Roma spiega chiaramente il calendario e il regolamento). Il caos è atteso la prossima settimana, tra giovedì e venerdì, con la vendita libera, anche se il numero elevato di biglietti inviato dal Barcellona unito alla tariffa molto alta per l’ingresso dovrebbe limitare la richiesta.

RESSA – Oggi invece, a partite dalle ore 10, le code sono previste per i biglietti della partita di ritorno all’Olimpico con l’inizio della vendita libera. Fino a ieri sera, quando è scaduta la fase di prelazione, era stata sfiorata la quota 20.000. Dunque resta ampia disponibilità per tutti i settori, inclusa la Curva Sud. In questo caso  i biglietti si trovano in tutti i punti vendita abilitati, non soltanto in Via del Corso.