Emergono nuovi particolari dall’ordinanza di custodia cautelare che ha portato all’arresto di Cristiano Doni nell’inchiesta sul calcioscommesse. Le intercettazioni hanno evidenziato una telefonata tra il capitano atalantino e il consigliere d’amministrazione atalantino Isidoro Fratus. Secondo quanto rivelato dal quotidiano lombardo L’Eco di Bergamo, Doni avrebbe contattato il dirigente due giorni prima di Padova-Atalanta, una delle partite finite nel mirino degli inquirenti di Cremona. Padova-Atalanta (finita 1-1), secondo il gip Salvini, sarebbe  «una partita combinata con giocate di denaro enormi».