Il Tornatora

Cagliari, Maran: “Kalinic? Non si tratta neanche di un gol annullato. Guardalinee e arbitro hanno preso subito la decisione di fischiare il fallo”

di Redazione

Rolando Maran, tecnico del Cagliari, ha parlato a Radio Anch’io lo Sport sulle frequenze di Radio Uno a proposito del match di ieri con la Roma. Queste le sue parole:

“Siamo in serie positiva e siamo soddisfatti di questo, anche perché non siamo partiti bene. Siamo però stati bravi a ritrovare la via”.

Cosa pensa dei minuti finali della sfida contro la Roma?
“Non si tratta neanche di un gol annullato. Guardalinee e arbitro hanno preso subito la decisione di fischiare il fallo”.

Come si è sentito nei minuti nei quali non si capiva se l’arbitro avesse assegnato il gol o meno?
“Ero preoccupato soprattutto per l’infortunio di Pisacane. Credo che i ritardi siano dovuti ai soccorsi al nostro difensore. È passato tanto tempo per questo ma l’arbitro ai giocatori ha detto subito che il gol non era stato assegnato”.

Potete sognare l’Europa?
“Non dobbiamo fissare obiettivi importanti, ci sono grandi squadre che ambiscono all’Europa. Abbiamo l’obbligo di crescere e questa crescita non so dove ci porterà. Abbiamo tanti margini di miglioramento, vogliamo cercare fortemente i risultati, poi vedremo cosa accadrà”.

Avete grandi giocatori in rosa, nonostante l’addio di Barella.
“Abbiamo perso Nicolò ma anche Pavoletti e Cragno per infortunio. Nonostante questo la rosa è migliorata e siamo contenti”.

Avete un altro Barella tra i vostri giovani?
“La società sta lavorando bene e negli ultimi anni è cresciuta molto. Ci sono molti ragazzi che potrebbero avere un futuro importante ma serve pazienza, dobbiamo lasciarli lavorare, poi vedremo altri sardi in Nazionale”.

Che Nainggolan ha ritrovato?
“Deve ritrovare la condizione dopo l’infortunio che lo ha tenuto ai box. Radja è tornato a Cagliari con grandi motivazioni e con lo spirito giusto. Ha una voglia incredibile di fare bene ed è molto disponibile”.