Contratti da prolungare. I dubbi dell’Aic: “Perché il saldo solo il 31 agosto?”

L'Aic non firmerà la bozza d'intesa sul prolungamento dei contratti dei calciatori fino al 31 agosto

di Redazione

Corriere dello Sport (A. Ramazzotti) – Non ci sarà condivisione totale riguardo i protocolli d’intesa per il prolungamento dei contratti dei calciatori e degli allenatori fino al 31 agosto. L’Aic perciò non firmerà la bozza della Figc che ha lavorato per settimane per mettere d’accordo leghe e sindacati.

[irp posts=”636650″]

Il motivo? Il controllo dei pagamenti degli stipendi di marzo e aprile fissato al 31 agosto e non al 15 luglio come volevano Tommasi e soci: “Non pretendiamo che queste due mensilità arrivino per forza. Non è giusto però che i calciatori sappiano di un contenzioso a fine estate, permettendo a chi non le versa comunque di iscriversi al campionato“.