La Roma cerca coppa e futuro

di Redazione

Corriere Dello Sport (F.M.Splendore) – Un altro trofeo da poter alzare. Un’altra medaglia da potersi cucire sul petto con i giovani, gli unici per ora a portare titoli nella bacheca americana a Trigoria. La Roma Primavera di Alberto De Rossi, che nel 2016 ha portato a casa scudetto e Supercoppa Primavera contro l’Inter, stasera all’Olimpico si gioca la Coppa Italia edizione 2017 contro la Virtus Entella. L’andata a Chiavari è finita 1-1, risultato che da un vantaggio in più ai giallorossi in virtù di quella rete (di Marchizza) in trasferta. Ma attenzione perché l’Entella non è la vittima sacrificale: è terza insieme alla Roma in campionato con 52 punti, ha vinto in casa dei giallorossi che poi le hanno restituito la sconfitta con lo stesso risultato (3-2), ha in rosa un nucleo di giovani, da Di Paola a Mota Carvalho, Havlena e Baraye, che hanno già fatto parte con buona continuità nel gruppo di Breda e tutti hanno esordito in B. La Roma dentro questa Primavera ha un altro gran bel pezzo di futuro su cui alzare il sipario: stavolta con l’idea di non far partire più i giovani migliori, ma di tenerli nella rosa dei più grandi. Il presidente Pallotta ha sempre faticato – un discorso concettuale, di filosofia, di spirito – a privarsi dei ragazzi del vivaio. Ma è anche vero che chi è partito ha portato risorse nella casse del club, è servito a completare operazioni in parziale contropartita tecnica, è andato a giocare ed è tornato o tornerà (il caso di Lorenzo Pellegrini dal Sassuolo) con una cifra di esperienza e di valore economico assolutamente più alta che non se fosse rimasto a strappare minuti o presenze a Roma. Il contributo che la Roma ha dato al calcio italiano in termini di giovani costruiti e consegnati al movimento professionistico negli ultimi 10 anni non ha eguali a detta anche delle rivali più dirette.

SOLO FINALIAlberto De Rossi cerca il settimo trofeo: le finali non si contano più. Iniziò con uno scudetto nel 2005, replicandolo nel 2011 e nello scorso 2016 quando ha vinto anche la Coppa Italia, alzata pure nel 2012 assieme alla Supercoppa. La Roma cerca il futuro, forte della sua storia con i giovani. Oggi le punte di diamante di questa squadra sono Luca Pellegrini, Davide Frattesi e Marco Tumminello: dietro da Crisanto a Grossi, Marchizza, Bordin, Soleri, Keba c’è tanto altro di buono da far crescere. Ma prima c’è questa Coppa.