Il Tornatora

Szczesny: “Non avremmo meritato la sconfitta anche se non abbiamo giocato al nostro massimo. Piano piano dobbiamo cercare di chiudere il gap”

di Redazione

Wojciech Szczesny, portiere della Roma, è stato intervistato durante il post partita di Juventus-Roma 1-0. Queste le sue parole:

SZCZESNY A MEDIASET

Ottima prestazione della Roma, non uscite ridimensionati…
Sì, abbiamo giocato bene, soprattutto dopo il gol della Juve. Non avremmo meritato la sconfitta, ma qualcosina in più. Comunque non abbiamo giocato al nostro massimo.

Credete ancora allo scudetto?
C’è una grande distanza con una grande squadra come la Juve. Diventa tutto più complicato. Da domani dobbiamo pensare subito al Chievo, dobbiamo ripartire subito e cercare piano piano, passo dopo passo di richiudere questo gap che si è fatto molto importante.

SZCZESNY A SKY

La Juventus l’ha vinta per il suo strapotere fisico?
Sì, la Juve poi è partita meglio segnando subito un gol. La Juve è una squadra molto solida in difesa, ha protetto bene il vantaggio. E’ stata una partita equilibrata, ma noi non abbiamo creato abbastanza occasioni per segnare. Peccato perché oggi avevamo l’occasione di dimostrare che siamo un grande club e una grande squadra, ci siamo riusciti soltanto in parte. Siamo una buona squadra non ancora grande.

Qual è il segreto della Juventus?
Credo che sia soprattutto una differenza di mentalità, la Juventus ha una mentalità vincente, da campioni, anche se mi dispiace dirlo. Non vedo una differenza di qualità c’è differenza di mentalità, lo dobbiamo riconoscere e dobbiamo lavorare di più su questo aspetto per crescere e in campo dobbiamo essere più uomini e meno ragazzi.

SZCZESNY A ROMA TV

Hai fatto belle parate, peccato non sia servito per il risultato.
La verità è che non ho fatto abbastanza parate, ne avrei dovuta fare una in più perché abbiamo perso quindi tutte le altre parate contano relativamente.

7 punti sono troppi?
Difficile, loro sono una grande squadra. 7 punti sono un grande distacco, non ci resta che ripartire contro il Chievo e tornare a fare i 3 punti e poi partita dopo partita. A questo punto non dipende solo da noi ma dobbiamo guardare a noi stessi.

Pensi la Roma abbia fatto una prestazione comunque importante?
Ho sentito diversi pareri su una nostra buona partita ma la verità che non abbiamo fatto abbastanza per tornare a casa con dei punti. Fa piacere avere espresso una certa qualità ma in questi casi conta fino a un certo punto, torniamo a casa senza neanche un punto e questo ci brucia.

Cosa ha fatto la differenza tra le due squadre?
Credo che in termini di qualità non ci sia differenza, abbiamo dimostrato di essere un’ottima squadra. Quello che ci separa è la mentalità, la loro è vincente. Lo dico a malincuore, oggi non hanno fatto niente di speciale ma tornano a casa con i 3 punti. Questa è sostanzialmente la differenza, dobbiamo lavorare e cercare di concretizzare tutto quello che creiamo in partita.

SZCZESNY IN ZONA MISTA

In cosa è superiore la Juve?
Sono superiori sul piano della mentalità, non ho visto una differenza sul piano qualitativo. Quando conta la Juve vince le partite, quando deve difendersi lo fa. Questa è la differenza che dobbiamo ancora colmare.

Tu il migliore in campo ma quel tiro di Higuain era imparabile...
Ho fatto alcune parate ma non abbastanza, ne dovevo fare una in più. Non m’interessa aver fatto una buona prestazione visto che non è servita a portare a casa dei punti.

La Juve è più forte di tutti o è ancora presto per dirlo?
E’ un gap che è aumentato, si fa tutto più difficile a -7. Era un compito molto difficile vincere contro una squadra la cui qualità l’abbiamo potuta toccare con mano oggi. Inizieremo da domani a preparare il prossimo match per portare a casa 3 punti fondamentali e andare avanti partita dopo partita sperando che la Juve lasci qualche punto per strada, pensando soprattutto a noi stessi.

Che vuoi dire ai tifosi romanisti presenti oggi?
Che ci dispiace molto.