Stadio, trasporti bocciati: “Cinque strade al collasso“

di Redazione

Ora il Politecnico di Torino, a cui Virginia Raggi si era rivolta per avere una valutazione terza dopo lo tsunami dell’inchiesta, dice che l’operazione Tor di Valle potrebbe avere un impatto «catastrofico» sulla viabilità nel quadrante Sud di Roma. «Il traffico non vede trarre beneficio degli interventi infrastrutturali a carico della rete». «La sola unificazione» della Ostiense-Via del Mare «ed il ponte dei Congressi non possono risolvere le criticità già ora presenti, che in futuro verrebbero acuite da tale intervento». Anche perché è saltato il Ponte di Traiano. In via generale, «troppo evidenti sono le criticità fin da ora riscontrate per fornire un giudizio positivo sulle ricadute sul traffico». «Avallare un’opera, avendo riscontrato fin da subito tale ipotesi, non è un punto di partenza ottimale», scrivono i tecnici.Emerge, a parere degli esperti, «un quadro oltremodo preoccupante, che vede negli scenari futuri un blocco pressoché totale della rete principale di connessione con la location stadio, a parità o circa di livelli di mobilità motorizzata attuale. Sia a Nord sia a Sud si registrano flussi veicolari tali da mandare in sovrasaturazione le tratte funzionali di raccordo». Lo scrive Il Messaggero.