Il Tornatora

Stadio, la Regione chiede un’integrazione

di Redazione

stadio della roma

Corriere dello Sport (R.Maida) James Pallotta chiude la giornata soddisfatto: «E’ un altro passo verso la realizzazione dello stadio della Roma». Ma tra il Comune e la Regione c’è ancora qualcosa da chiarire, prima che cominci la Conferenza dei Servizi che costituisce un passaggio decisivo (formale e sostanziale) prima dell’apertura del cantiere, che la Roma ha stimato nei primi mesi del 2017. E’ successo questo: ieri il Comune ha trasmesso alla Regione il dossier con il progetto definitivo dello stadio della Roma, presentato in Campidoglio lo scorso 30 maggio. La Regione ha confermato la ricezione del dossier ma ha chiesto al Comune un’ulteriore specifica: la conformità del nuovo incartamento rispetto al pubblico interesse deliberato dall’assemblea capitolina della giunta Marino. Dal Comune ritengono pleonastica questa precisazione, dal momento che l’incartamento è stato inviato secondo gli obblighi di legge, ma la Regione potrebbe richiedere (entro cinque giorni) un’integrazione prima di convocare la Conferenza dei Servizi, che poi avrà sei mesi di tempo per concedere il nullaosta al progetto.