Il Tornatora

Stadio della Roma, anche la commissione Sport boccia la delibera per lo stop al progetto

di Redazione

Anche la commissione Sport di Roma Capitale, presieduta da Angelo Diario (M5S) e riunitasi stamattina a via del Tritone, ha espresso parere negativo con 5 voti contrari della maggioranza e 3 favorevoli dell’opposizione sulla delibera a firma dei consiglieri Cristina Grancio, ex M5S, e Stefano Fassina, Sinistra X Roma, per l’annullamento della delibera di pubblica utilità sul progetto del nuovo stadio della Roma a Tor di Valle. Sulla proposta manca l’ultima espressione di parere, quello della commissione Mobilità, poi il provvedimento potrà approdare in Assemblea capitolina. Come ha spiegato Grancio all’agenzia Dire, “non c’è ancora il parere del dipartimento Sport, che è obbligatorio, e la maggioranza non ha risposto alla nostra domanda sulla legittimità del fatto che la società di cartolarizzazione As Roma Spv Llc possa usufruire della legge sugli stadi”. Oggi, ha raccontato la consigliera ex dissidente espulsa dal M5S, “abbiamo riacceso i riflettori sulla questione legata al vincolo idrogeologico, perché la variante in Aula non può arrivare prima che l’area venga declassata dall’Autorità di bacino, ma prima vanno realizzate e collaudate le opere ed emesso il decreto”.