Serie A, il Milan travolge 7-0 il Torino. Tre punti anche per Juventus e Atalanta. La Lazio vince nel finale con il Parma

La Juventus torna a vincere dopo l’ultima sconfitta pesante contro il Milan. I bianconeri partono male e al 15′ concedono un calcio di rigore, dal dischetto va Berardi ma l’esterno si fa iptonizzare da Buffon. Al 28′ arriva il gol del vantaggio: Chiesa serve Rabiot che si libera di Locatelli e Obiang prima di battere Consigli con un colpo da biliardo. Prima della fine del primo tempo è Ronaldo a trovare il raddoppio siglando così il suo 100esimo gol con la maglia della Vecchia Signora. I neroverdi si accendono al 59′ con la rete di Giacomo Raspadori, ma Dybala al 66′ chiude la sfida.

Vittoria netta anche per il Milan che travolge il Torino per 7-0. Il primo gol lo sigla Theo Hernandez con un missile da fuori imprendibile per Sirigu. Al 26′ Lyanco abbatte Castillejo in area, l’arbitro concede il rigore: dal dischetto va Kessiè che raddoppia per la squadra in trasferta. Al 50′ i rossoneri calano il tris con Brahim Diaz: errore in uscita del Torino, con Bremer che serve debolmente un compagno bruciato da Kessiè. L’ivoriano serve Diaz in area che può solamente battere Sirigu. I rossoneri sembrano non essere domi e nel giro di pochi minuti prima vanno in gol con Theo Hernandez (doppietta personale per lui), poi servono la manita con Rebic. Il croato non si acconenta e nel giro di 7 minuti sigla altri due gol.

Tre punti anche per Atalanta e Genoa rispettivamente contro Benevento e Bologna. Alla squadra bergamasca in gol al 22′ di Muriel che, servito da Malinovskyi, batte Montipò da due passi. Il raddoppio è firmato Mario Pasalic. Per i Rossoblù decisivi i gol di Zappacosta (tiro a giro splendido) e il rigore trasformato da Scamacca nel secondo tempo. Un punto fonamentale conquistato dallo Spezia in trasferta contro la Sampdoria. Alla doppietta di Pobega decide il match rispondono i gol di Verre e Keita.

La Lazio supera il Parma in extremis. Decisivo il gol di Immobile che, dopo una serie di rimpalli in area di rigore, trafigge Sepe. Tre punti che sanno di Europa League per i biancocelesti.

PER APPROFONDIRE LEGGI ANCHE

I più letti

CLASSIFICA SERIE A