Il Tornatora

Scudetto e Champions: il sabato della verità

di Redazione

Il Tempo (G.Giubilo) – Altro che sabato del villaggio! La vigilia di festa propone uno spettacolo di primo piano, con due confronti di straordinario livello. Prima Lazio-Juventus all’Olimpico nel tardo pomeriggio, poi in serata al San Paolo, Napoli-Roma. La squadra di Sarri sembra avere un turno abbordabile, visto che la Roma attuale non farebbe paura neanche al più timido dei conigli. Per molti un risultato scontato, quello della Roma a Napoli, ma l’avere il pronostico a senso unico a favore degli azzurri potrebbe dare un aiuto inaspettato a Di Francesco, liberandolo da quella pressione psicologica che appare il maggior problema in casa giallorossa. Sarri avrà anche il vantaggio di conoscere il risutato degli avversari all’Olimpico oltre ad avere quattro punti di vantaggio in classifica seppure virtuali visto il recupero da giocare (la gara rinviata per neve dei bianconeri contro l’Atalanta). Forse più complesso il compito della Juventus, prima inseguitrice: le motivazioni non mancano a nessuna delle due squadre e le fatiche di Coppa Italia potrebbero aver tolto più energie ai biancocelesti, ma in questa stagione Inzaghi ha già dimostrato di essere avversario difficile da affrontare per i Campioni d’Italia.

La Lazio farà di tutto per riscattare la beffa sofferta contro un Milan ispirato da Rino Gattuso a produrre miracoli, dopo i disastri della prima metà del campionato. Facendo un salto in avanti, proprio il Milan sarà protagonista dell’ennesimo scontro dilusso di questo turno, perché domani sera è in calendario un derby che l’Inter è obbligata a far suo per coltivare le ambizioni Champions, nonostante i rivali cittadini appaiono in uno stato di forma nettamente migliore. La vittoria all’Olimpico contro la Roma ha rilanciato definitivamente le speranze del Milan di raggiungere quel quarto posto vitale per il prestigio e per sistemare la situazione finanziaria. Fu proprio un derby, quello di Coppa Italia, a cambiare l’inerzia della stagione alle due squadre, con il Milan che si ritrovò all’improvviso e l’Inter che iniziò un percorso di grande fatica. E così il Milan, nel posticipo, spera di chiudere il cerchio, trasformando in avvincente una stagione che sembrava destinata al fallimento.