Pagine Romaniste

Schick alla Roma: sì. Ljajic va al Celta Vigo

di Redazione

Schick

Il Corriere dello Sport (R.Maida) – La Roma sta per completare un’operazione capolavoro: Adem Ljajic al Celta Vigo per 10 milioni. Il giocatore, secondo quanto spiega il quotidiano Marca, è già arrivato in Spagna per le visite mediche e per trovare l’accordo con la sua nuova squadra, che lo ha scelto per sostituire Nolito passato al Manchester City. Il capolavoro consiste nella valutazione: Ljajic sarebbe andato a scadenza nel 2017 e, dopo tre anni sotto la giurisdizione della Roma, garantirà una gustosa plusvalenza.

RISERVATEZZA – A Trigoria assicurano di essere all’oscuro di tutto. Ma è un atteggiamento doveroso, considerando che la settimana scorsa era stato trovato un accordo per la cessione di Ljajic al Torino (per 7 milioni però). La Roma non vuole irritare una società amica, tanto più che con Urbano Cairo è avviatissima la trattativa per il trasferimento di Iago Falque: 1 milione per il prestito e altri 5 per il diritto di riscatto. Del resto Sabatini non ha responsabilità sulla scelta di Ljajic, che a Vigo guadagnerebbe più soldi rispetto a quanti gliene aveva offerti il Torino. Stiamo a vedere se arriverà un rilancio da casa granata.

PESETAS – Arrivano i soldi, dunque. Subito Ljajic e Falque, presto anche Sanabria che è vicino al Betis Siviglia: servirà ancora un po’ di tempo per perfezionare la transazione, perché una percentuale del ricavo spetta al Barcellona e perché la Roma vuole inserire nel contratto una clausola per la cosiddetta “recompra”. In totale Sanabria sarà valutato circa 12 milioni, 2 in più di quanti ne aveva offerti il Tottenham.

DIFESA – Ultimate le cessioni più urgenti, Spalletti dovrebbe avere i rinforzi chiesti a ripetizione nelle ultime dichiarazioni pubbliche. Il terzino destro, molto probabilmente l’argentino Zabaleta che è in attesa di notizie da quasi un mese, e il difensore centrale: ieri, restando in Spagna, il giornale Sport ha scritto di un affare definito con il Barcellona per Thomas Vermaelen. Dieci milioni al club e triennale da 3,5 milioni netti al giocatore. La Roma giura che non sia vero, pur riconoscendo di essere interessata a Vermaelen. Per il ruolo di centrale mancino è in corsa anche Juan Jesus, sempre che l’Inter dia il via libera al prestito con diritto (e non obbligo di riscatto). L’altra situazione da chiarire riguarda i portieri: oggi comincia l’avventura romanista Alisson ma Spalletti ha chiesto di trattenere Szczesny: Sabatini spera di chiudere entro i prossimi giorni con l’Arsenal, alzando leggermente la posta per il prestito oneroso.

IL BABY – Intanto sembra finalmente in dirittura d’arrivo l’acquisto di Patrik Schick, attaccante ceco dello Sparta Praga. In patria è considerato il centravanti del futuro tanto che in molti sono rimasti sorpresi per la mancata convocazione per l’Europeo, dopo il fragoroso debutto in amichevole (un gol e un assist in 20 minuti giocati contro Malta). «Andrà alla Roma, anche se lo Sparta Praga deve abbassare le pretese visto che il contratto del ragazzo scade tra un anno» spiega l’avvocato Dario Canovi, che rappresenta Schick in Italia. I cechi chiedono 4 milioni, la Roma conta di chiudere a 3. La Sampdoria, nonostante due viaggi a Praga, sembra essere ormai fuori dai giochi. Ma non è escluso che Sabatini acquisti il giocatore per poi prestarlo al presidente Ferrero, come ieri è ufficialmente accaduto con Leandro Castan.