Roma, tutti si accorgono che era rigore. Nicchi esplode: «Errore inconcepibile»

di Redazione

Questa volta non dovrebbe finire qui. Dopo la mancata segnalazione di Fabbri a Rocchi per il fallo commesso da D’Ambrosio ai danni di Zaniolo, ieri sono arrivate le dure parole di Marcello Nicchi, presidente dell’Associazione Italiana Arbitri: «Non riesco a comprendere come si sia potuto fare un errore del genere, una svista inconcepibile. Di questo se ne occuperà il designatore Rizzoli, ora cerchiamo di voltare pagina e tornare a parlare di calcio». Appare quasi certo, quindi, che Fabbri non la passerà liscia. La sua superficialità nel non comunicare a Rocchi il possibile fallo e di non chiedergli di andare a rivedere l’azione nella postazione a bordocampo è inaccettabile. Come riporta Il Tempo, il comportamento di Fabbri getta di nuovo benzina sul fuoco della questione-Var e sulla sua applicazione. Per molti dovrebbe esserci la possibilità di «chiamare» l’intervento della tecnologia, come già accade in altri sport. Roma-Inter non è ancora finita e resta al centro dell’attenzione di tutti gli appassionati di calcio italiani in quanto c’è la sensazione che la decisione di Rizzoli possa trasformare l’episodio dell’Olimpico in uno spartiacque. «E stato un errore di valutazione – ha specificato il designatore ieri sera al Gran Galà del calcio – e non di protocollo. Lavoriamo per migliorarci sia a livello tecnico che di protocollo tenendo in considerazione il lavoro di questo anno e mezzo». Quel che resta ora è l’amarezza della squadra di Di Francesco.