Tra le chiavi della “resurrezione” sportiva della Roma, quarta in classifica da sola come non succedeva da tempo, c’è sicuramente Chris Smalling. Il difensore inglese ci ha messo pochissimo a far dimenticare Manolas e a Trigoria ora il suo riscatto dal Manchester United è diventato una priorità. I giallorossi sono pronti a mettere sul tavolo un’offerta da oltre 10 milioni, i Red Devils partono da una richiesta poco inferiore a 20. La classica via di mezzo può essere la soluzione per chiudere l’affare al più presto, magari già nel mercato di gennaio. Sarà decisiva la volontà del giocatore, che si è pienamente integrato nella realtà romanista. “I tifosi – ha detto in un’intervista a theatlletic.comdella Roma sono pazzi, lo stadio è molto rumoroso. Potevo rimanere al Manchester, mi avrebbero garantito 20-25 partite, ma ho scelto la Roma per essere protagonista. Venire a Roma è stata una sfida che mi è piaciuta, un grande club con grandi aspettative“. Lo scrive il Corriere della Sera.