Il Tornatora

Roma, Nainggolan ha già superato Dzeko: “Così battiamo chiunque”

di Redazione

Gazzetta.it (C.Zucchelli) – Il giorno dopo la doppietta che ha fatto impazzire i tifosi della Roma, Radja Nainggolan ha scelto di vivere un lunedì normale. Allenamento a Trigoria, giornata in famiglia con la moglie Claudia e le figlie, i due cani, baci e abbracci con i romanisti che lo hanno incontrato. Troppo importante questa settimana – derby di Coppa Italia mercoledì e sabato partita col Napoli – per permettersi distrazioni: “Siamo in corsa su tre fronti – ha detto il belga al sito della Uefa – e se facciamo il nostro calcio possiamo battere chiunque”.

GRAZIE SPALLETTISette gol in questo 2017, meglio di lui in Italia solo Higuain, uno stato di salute fisica e mentale invidiabile, Nainggolan è sempre più leader di questa squadra: “Siamo tutti in un ottimo momento e dobbiamo continuare così. Sono felice di come sto giocando io e di come sta giocando la squadra, ringrazio sempre i miei compagni”. E ringrazia anche Spalletti: in 13 mesi con il tecnico toscano ha realizzato 18 gol, appena 2 in meno di quanti fatti in tutta la carriera (ora è a 38): “Abbiamo un grande allenatore, sa esattamente cosa vuole dai giocatori. Dice sempre quello che gli passa in mente e credo che la squadra stia facendo un grande lavoro seguendolo in tutto quello che ci dice”.

VOGLIA D’EUROPA – Con la Juve che in campionato non perde colpi, le due coppe per la Roma sono diventate un obiettivo prioritario. Soprattutto l’Europa League piace, e parecchio, a Trigoria:Favoriti? Onestamente essere favoriti è sempre difficile, c’è maggiore pressione. Però siamo un’ottima squadra e dobbiamo avere certezze sulla nostra qualità. Se giochiamo il nostro calcio credo che possiamo battere chiunque. Il sorteggio per gli ottavi non è stato fortunato, perché potevamo affrontare squadre meno forti del Lione. Ma alla fine, se non incontri una squadra forte in questo turno, poi ti tocca in quello successivo, quindi non cambia molto. Devi battere tutte per sollevare il trofeo ed è quello che cercheremo di fare”. Grazie ai suoi gol: ormai ci ha talmente preso gusto che da gennaio ha segnato persino più di Dzeko: “È importantissimo per noi, sa tenere la palla, è bravo tecnicamente, scambia bene il pallone. Sì, è l’attaccante completo e sono felice di giocare con lui. Avere Dzeko in squadra ti fa giocare con la consapevolezza che anche una piccola occasione potrebbe trasformarsi in gol”.

IL CT E YOUTUBE – Quello che ormai da qualche tempo succede anche con lui. E chissà se basteranno queste reti e queste prestazioni a convincere il c.t. del Belgio, Martinez, a richiamarlo. Ieri era a vedere il giovane Tielemans, dell’Anderlecht, che ultimamente ha giocato al suo posto, e stamattina sui siti sportivi di Bruxelles più di qualcuno si chiedeva: “Ma poi avrà aperto Twitter e Youtube per vedere la partita di Radja?”.