Roma, Friedkin ridimensiona il progetto-stadio e punta su Pietralata

Milano e Finanza (A.Montanari) – I piani di Pallotta erano troppo ambiziosi. Dan Friedkin ha deciso di svoltare. L’impianto non sarà più da 60mila posti ma seguirà il modello Premier League. Opera da centinaia di milioni ma che non arriverà ai 600-650 del primo progetto. Friedkin, a differenza del suo predecessore, non ha mire o interesse economici particolari su tutto quello che attiene a centri commerciali, residenze e hotel. Un passo indietro importante che ha portato allo stop alle trattativa con Radovan Vitek.

Eurnova e lo stesso Vitek sono pronti ad adire a vie legali, ma Friedkin vuole capitalizzare i rapporti con la giunta Raggi alla luce che le amministrative slitteranno ad ottobre. Ancora non si ha certezza sui candidati, ma il patron della Roma vuole presentarsi alla nuova giunta con documenti e atti formali definitivi con la Sindaca Raggi. Da qui l’interesse per i terreni di proprietà comunale di Pietralata-Sdo, nei pressi della Stazione Tiburtina. L’alternativa può essere un’area a Tor Vergata anche se logisticamente è meno comoda essendo fuori dal raccordo.

PER APPROFONDIRE LEGGI ANCHE

I più letti

CLASSIFICA SERIE A