L’AS Roma mette a disposizione il proprio call center per aiutare le persone con disabilità durante l’epidemia da Covid-19.

In questo periodo di incertezza, molti portatori di handicap non riescono ad accedere ai servizi di cui abitualmente necessitano e, per questo, il Club ha scelto di offrirsi per indirizzarli ai centri attualmente attivi sul territorio.

Alle persone o ai familiari che chiameranno lo 06.89386000 verrà indicato dove poter usufruire di una serie di prestazioni sanitarie nella sede più vicina al proprio domicilio, secondo le disponibilità delle ASL RM 1, 2 e 3 o del Campus Biomedico.

Il call center giallorosso farà quindi da tramite con le diverse strutture, che metteranno a disposizione equipe multidisciplinari per adulti e minori con difficoltà o disturbi di carattere neurologico, psichiatrico, neuropsicologico e/o qualsiasi difficoltà del neurosviluppo oltre che disabilità in esito a patologie congenite e acquisite nel periodo evolutivo.

Il centralino dell’AS Roma sarà attivo dal 7 maggio, dal lunedì al venerdì, dalle 9:30 alle 18:30.

“Riuscire a convogliare ancora i nostri sforzi in favore delle persone in difficoltà ci rende particolarmente orgogliosi. Siamo davvero felici di poter mettere il call center del Club a disposizione delle persone con disabilità. Ringrazio tutte le componenti che hanno reso possibile questa iniziativa”, ha dichiarato Francesco Calvo, COO della Società.

Il progetto a supporto delle persone con disabilità rientra nella campagna ASSIEME, lanciata dalla Roma per aiutare le persone più bisognose durante l’emergenza generata dal Coronavirus.

In questo periodo, Roma Cares ha distribuito agli ospedali che combattono contro l’epidemia otto ventilatori polmonari e otto letti per la terapia intensiva, donando migliaia di guanti, mascherine e gel igienizzante a strutture sanitarie, cittadini, addetti ai lavori, case famiglia e parrocchie.