Il Tornatora

Roma-Borussia M’gladbach 1-1, le pagelle: l’arbitro Collum decide il match. Zaniolo incorna le critiche

di Redazione

Pagine Romaniste (L.Fantoni) – Pareggio amaro per la Roma contro il Borussia Monchengladbach. I giallorossi si portano in vantaggio nel primo tempo grazie ad un colpo di testa di Nicolò Zaniolo ma subiscono il pareggio nei minuti di recupero per colpa di un errore sciagurato dell’arbitro Collum. In area la palla sbatte sulla faccia di Smalling ma il direttore di gara è fallo di mano e perciò calcio di rigore. Dal dischetto si presenta Stindl che spiazza Pau Lopez. I giallorossi sono comunque al primo posto del girone in solitaria.

ROMA

PAU LOPEZ: 6.5 Il Gladbach è impreciso nelle conclusioni e gli unici due interventi che lo spagnolo deve compiere sono su un tiro dalla distanza di Nehaus e su una conclusione debole di Stindl. Bravo in uscita su Hermann che sarebbe andato probabilmente in porta.

SPINAZZOLA: 6 Prestazione senza infamia e senza lode per l’ex Juventus. Spinge sulla fascia destra ma non viene servito bene. All’ultimo si perde Thuram che per poco non riesce a segnare.

FAZIO: 6.5 Il livello di attenzione nelle ultime giornate è cresciuto parecchio. Embolo è sopra almeno di una spanna per quanto riguarda la velocità ma l’argentino regge bene e compensa con l’esperienza.

SMALLING: 6.5 Il difensore inglese non sbaglia nulla. Si fa trovare sempre pronto e solo un errore sciagurato dell’arbitro Collum gli macchia la prestazione. In ogni caso l’impressione che sta dando in queste prime partite è ottima.

KOLAROV: 6 L’impressione che dà il serbo è quella di essere un po’ stanco a causa delle molte partite ravvicinate. Gioca una partita discreta senza commettere errori in difesa ma senza neanche spingere troppo.

MANCINI: 6 Nella prima fase d’impostazione scala a fare il terzo centrale ma per il resto della partita gioca da mediano. Nel ruolo inedito se la cava piuttosto bene, non sbagliando quando ha la palla tra i piedi. L’unica disattenzione è sulla funzione che porta alla traversa di Bensebaini: l’ex Atalanta tiene in gioco tutti e poi si ferma chiamando il fuorigioco, non seguendo l’uomo in marcatura.

VERETOUT: 6.5 Il suo livello di gioco torna ad alzarsi. Dopo un paio di prestazioni incolori, il francese riprende a macinare gioco. Contro il Gladbach è lui l’incaricato da Fonseca per far partire l’azione e lo fa bene. I suoi calci piazzati sono una delizia per gli occhi: da un suo calcio d’angolo nasce il gol di Zaniolo e da una sua punizione Smalling ha un’occasione di testa.

ZANIOLO: 7 Tante progressioni sulla destra che ormai sono diventate il suo punto di forza, e poi il gol che decide la partita. Un bellissimo e preciso colpo di testa che risponde in parte alle critiche che gli sono arrivate da Fabio Capello. L’atteggiamento con cui scende in campo è perfetto.

PASTORE: 6 Quando gioca nella sua metà campo commette diversi errori tecnici tra passaggi e stop. Quando invece si trova negli ultimi 30 metri si sente più a suo agio e si vede. Da applausi il tunnel con il tacco a metà primo tempo.

KLUIVERT: 5.5 Da lui oggi ci si aspettava di più. Abbastanza confusionario quando arriva a ridosso dell’area di rigore avversaria. Non un bel segnale il fallo inutile che commette nel primo tempo, molto simile a quello che gli è costato l’espulsione contro la Sampdoria.

DZEKO: 6.5 È costretto a giocare in non perfette condizioni fisiche. Nel primo tempo manda in porta Kluivert, nel secondo Florenzi ma entrambi non riescono a finalizzare le sue splendide aperture.

PEROTTI (Dal 62′): 6 Mette minuti sulle gambe l’argentino ma non incide.

ANTONUCCI (Dal 76′): S.V. In un quarto d’ora fa solo un brutto fallo evitabile.

FLORENZI (Dal 84′): 5.5 Sbaglia un gol quasi fatto che avrebbe potuto chiudere la partita.

ALL. FONSECA: 6.5 Fa il massimo con i pochi giocatori a disposizione. Perde la partita solo per colpa dell’arbitro. Difensivamente la sua squadra mostra costantemente miglioramenti.