Il Tornatora

Roma, 3° vittoria di fila in campionato: non accadeva da febbraio. Nelle ultime 8 gare mai più di un gol subito nei 90 minuti

di Alessio Nardo

 

Pagine Romaniste (Alessio Nardo) – Spettacolo e goduria. La Roma affronta senza timori il Napoli e lo batte con pieno merito al termine di 90 minuti di grandissima intensità. I gol di Zaniolo e Veretout si rivelano determinanti, a nulla serve il punto della speranza partenopea firmato da Arkadiusz Milik. I giallorossi ottengono il 3° successo consecutivo in campionato: non accadeva da febbraio, quando l’allora squadra di mister Di Francesco sconfisse in serie Chievo, Bologna e Frosinone.

S’interrompe la striscia positiva del Napoli all’Olimpico. Gli azzurri erano reduci da 6 vittorie di fila, 3 contro la Roma ed altrettante contro la Lazio. Il trionfo interno dei capitolini ai danni di Insigne e soci mancava dal 25 aprile 2016: 1-0 firmato Nainggolan. Confermati i progressi difensivi degli uomini di Fonseca, che hanno subito appena 5 gol nelle ultime 8 gare (ben 9 nelle prime 6 dell’anno) senza mai incassarne più di uno nella singola partita. 14 fin qui le reti al passivo tra campionato e coppe: 11 sono arrivate nei secondi tempi (compresa quella di ieri di Milik) e soltanto 3 nei primi, 2 di queste peraltro su calcio di rigore. Solo il genoano Pinamonti è riuscito a segnare su azione alla Roma nell’arco dei primi 45’.

Scatenato Zaniolo. Il numero 22 sigla il suo 5° gol stagionale, portandosi a -1 da Edin Dzeko, miglior cannoniere della Roma con 6 reti all’attivo. Per Nicolò si tratta del 4° centro consecutivo, dopo aver punito Borussia M’gladbach, Milan e Udinese. Primo guizzo in giallorosso per Jordan Veretout, 10° elemento della rosa di Fonseca ad entrare nel tabellino dei marcatori da inizio anno. Il francese non segnava dal 24 febbraio, sempre dal dischetto, nel 3-3 scoppiettante tra Fiorentina e Inter al Franchi. Esordio da titolare in Serie A per Mert Cetin, espulso in pieno recupero. Quarto rosso in stagione dopo i provvedimenti presi nei confronti di Mancini (Bologna), Kluivert (Sampdoria) e Fazio (Udinese).