Fenucci: “Presto De Rossi rinnoverà”

di Redazione

Claudio Fenucci parla del rinnovo di Daniele De Rossi. L’amministratore delegato della Roma, intervenendo a Radio Rai, si è detto fiducioso per quello che riguarda la trattativa, confermando di avere trovato l’accordo per la parte variabile del contratto, i bonus, mentre c’è ancora da trattare sulla  parte fissa. Queste le dichiarazioni di Fenucci:
Siamo arrivati alla definizione della parte variabile, ma su quella fissa c’è ancora un po’ di distanza, anche se c’è la volontà da entrambe le parti, di colmarla. Esiste una richiesta degli agenti di Daniele De Rossi e c’è una nostra offerta, si possono limare. La volontà è di chiudere l’accordo in un modo o nell’altro. Credo che riusciremo a trovare un accordo e spero in tempi brevi. Il contratto di De Rossi ci ha accompagnato sempre questa estate. E’ un grandissimo calciatore, è un professionista eccellente e questo gli va riconosciuto, come vanno valutate legittimamente le sue aspirazioni. La società ha lanciato un progetto economico che prevede l’attenzione ai costi e deve impegnarsi nella crescita dei ricavi, però deve avere attenzione ai costi. Daniele per noi è molto importante, ma c’è la volontà delle due parti di raggiungere un accordo. In occasione del compleanno di Totti gli dicevo che doveva continuare a festeggiare in questo spogliatoio“.
L’ad della Roma, poi, continua il  discorso parlando dell’andamento della squadra, in netta crescita nelle ultime uscite, e del tecnico Luis Enrique:
La squadra sta crescendo, il progetto ci porterà ad essere competitivi: sono arrivati i risultati e si è visto anche il bel gioco. Luis Enrique è un allenatore che ha una radicata convinzione nelle sue idee e le persegue con costante applicazione, è un grande allenatore ed ha uno staff che programma nel dettaglio le attività. Per arrivare al calcio che vorrebbe esprimere ci sono dei passaggi intermedi -spiega- e nelle ultime gare credo abbia cercato un’applicazione meno scolastica delle sue idee e questo ha aiutato la squadra a raggiungere il risultato e vedere un gioco più divertente. Il primo tempo con l’Atalanta è stato di assoluto valore“.
Chiusura su Franco Baldini, che a breve dovrebbe iniziare la sua nuova avventura con la Roma, e sulle incomprensioni di questa estate con Francesco Totti:
Franco Baldini aveva degli impegni con la nazionale inglese e voleva rispettarli, ma è sempre stato presente, in contatto costante con Sabatini e con me. Quanto fatto è stato deciso in maniera collegiale, come sempre deve essere in una società moderna in cui c’è lavoro di staff e che porta avanti un progetto indicato dagli azionisti, che riguarda sia aspetti tecnici che economici. Qualche anno di esperienza ce lo abbiamo e non credo che la presenza fisica di Baldini avrebbe cambiato le cose. Quando arriverà? Penso che dopo le qualificazioni comincerà a pensare ad uno spostamento restando in parte legato fino agli Europei alla federazione inglese. Non credo ci siamo state con Totti grandi incomprensioni. È stata letta in maniere errata una dichiarazione di Baldini. Francesco è un giocatore importantissimo per la Roma, dal punto di vista tecnico e per la sua storia, come lo è Daniele De Rossi, che possono accompagnare la squadra grazie all’impegno e alla classe. Sono due saldi assi di questa idea di calcio di Luis Enrique. Per il processo di costruzione di una squadra bisogna sentire il parere dell’allenatore, le sue esigenze e andare incontro alle scelte. È ovvio che qualche giocatore era ben conosciuto da lui, ma la nuova società ricerca bravi giocatori indipendentemente“.