Rassegna stampa – Oggi si decide sul risultato di Cagliari. Continuano gli infortuni per la Roma: ieri è toccato a Balzaretti

di Redazione

Si riunirà oggi la Corte di giustizia federale per prendere la propria decisione in merito alla partita Cagliari-Roma, quella che si sarebbe dovuta giocare il 23 settembre alle 15, ma che per l’invito ai tifosi del presidente dei rossoblu Cellino, quello cioè di presentarsi lo stesso allo stadio, nonostante la partita era a porte chiuse, non iniziò mai.

Il giorno dopo arrivò la decisione del giudice sportivo Tosel di dare la vittoria a tavolino alla Roma con il risultato di 0-3, ma Cellino non ha ancora accettato la volontà di Tosel e, anche se la Corte di giustizia federale, confermasse la decisione del giudice sportivo, potrebbe appellarsi di nuovo al Tnas, il tribunale nazionale di arbitrato per lo sport.
Il dato di fatto è che la sentenza di questo ricorso, farà certamente giuriprundenza, creerà un precedente, e sarebbe difficile dare la possibilità ad un presidente di avere osì tanto potere da decidere quali partite giocare e quali no, avendo come pena solo una leggera penalizzazione.

Anche la Roma sarà presente in aula, ma non come controparte, infatti la decisione del giudice sportivo è stata presa senza che la società giallorosso avesse fatto riorso, o comunque senza che questo venisse preso in considerazione. L’amministratore delegato Claudio Fenucci sarà accompagnato dal legale Sticchi Damiani per assistere alla decisione in qualità di semplice interessato alla vicenda.

Sull’argomento sono questi i titoli degli articoli dei giornali di oggi:
Il giorno del giudizio su Cagliari-Roma (Il Tempo), Vittoria a Cagliari: oggi c’è l’appello ma non finisce qui (Corriere dello Sport), Oggi si decide sullo 0-3 di Cagliari (Il Messaggero), Verdetto su Cagliari-Roma, lo 0-3 a tavolino è a rischio (La Repubblica), Oggi la Cgf sul ricorso del Cagliari (Gazzetta dello Sport), Cagliari-Roma, oggi il verdetto (Il Romanista).

Nel frattempo prosegue il lavoro a Trigoria e continuano gli infortuni, che sembrano presentarsi al ritmo di uno al giorno. Ieri è stato il turno di Federico Balzaretti e Rodrigo Taddei, che hanno seguito Totti e Florenzi, senza considerare Dodò, fermo da luglio. Molto positiva e quasi sorprendente invece la situazione di Mattia Destro: l’attaccante sembrava doversi fermarsi per almeno un paio di settimane dopo che i primi i esami avevano evidenziato un’elongazione al soleo (muscolo all’altezza del polpaccio), ma ieri si è regolrmente allenato con il resto del gruppo.
Vista la doppia assenza di Balzaretti e Taddei, ieri è stato provato in partitella Dodò titolare sulla fascia sinistra, ma per la partita di domenica sera contro l’Udinese il dubbio maggiore è proprio sul ruolo di terzino sinistro, visto che nemmeno Florenzi, che avrebbe potuto adattarsi, è a disposizione. A questo punto le alternative rimangono Marquinho, nella passata stagione schierato in quel ruolo da Luis Enrique, e Castan, che proprio da terzino sinistro ha esordito in Nazionale, ma sarebbe probabilmente controproducente spostare il difensore centrale con il miglior rendimento finora.
La seduta di allenamento di oggi dovrebbe far capire qualcosa in più, visto che mancheranno solo tre giorni alla partita.

Ecco i titoli dei giornali sulla situazione infortunati:
Balzaretti ko, rebus a sinistra (Il Romanista), Destro più di Totti (Il Messaggero), Roma, è “giallo Destro”: prima infortunato e poi no (Corriere della Sera), Roma, è “giallo Destro”: prima infortunato e poi no (La Repubblica), Zeman recupera Destro ma perde Balzaretti e Taddei. Totti in dubbio (Leggo), Ansia Totti, sollievo Destro (Corriere dello Sport), Destro ci prova, Totti a rischio (Il Romanista), Una vittima al giorno (Il Tempo).