Rangnick: “Non si tratta del Paese, si tratta della sfida. Mi considero un fornitore di servizi”

Torna in auge l’opzione Ralf Rangnick, che ha incontrato a Londra il presidente Dan Friedkin poco dopo il closing con Pallotta. Il tedesco vorrebbe i pieni poteri e i giallorossi ci riflettono. L’ex Lipsia ha rilasciato alcune dichiarazioni al Financial Times, parlando del proprio futuro e lasciandosi andare anche ad un commento sul Milan. Queste le sue parole:

Non si tratta del Paese. Si tratta della sfida. Mi sono sempre considerato un fornitore di servizi, per i miei giocatori, per i miei dipendenti, per migliorare, per renderli migliori. E poi, alla fine, hai una situazione vantaggiosa per tutti. Ibrahimovic? Ha 38 anni e ti fa vincere le partite, è ancora in ottima forma. Il suo arrivo è però una contraddizione perché contrasta con la strategia che volevano seguire. Quale percorso vuole seguire il Milan?”. 

PER APPROFONDIRE LEGGI ANCHE

I più letti

CLASSIFICA SERIE A