Pellegrini, primo gol “esterno” con la Roma. Nelle ultime 18 gare ufficiali i giallorossi non hanno mai subito reti nei primi 15’

di Alessio Nardo

Pagine Romaniste (Alessio Nardo) – Sofferenza e gioia. La Roma resta lucida e nel gelo di Mosca porta a termine la sua missione: strappare i 3 punti ed avvicinarsi (ormai manca soltanto la certezza aritmetica) alla qualificazione agli ottavi di finale di Champions League. I giallorossi confermano l’ottimo feeling con le trasferte in Russia: quarta vittoria in cinque gare, battuto il CSKA con lo stesso identico risultato di 27 anni fa, in Coppa delle Coppe.

S’interrompe finalmente la serie di ko esterni (5) nella competizione regina. In tutto sono 14 i trionfi ottenuti in trasferta in 53 partite complessive disputate in questa manifestazione (13 i pareggi, 26 le sconfitte). 30, invece, i match consecutivi fuori casa in Champions con almeno una rete al passivo: 66 totali in questo “pacchetto”, l’ultima subita ieri dal giovane islandese Sigurdsson. Mai, dopo quattro gare della fase a gironi, la Roma aveva raggranellato così tanti punti (9). Il precedente primato apparteneva allo scorso anno: 8, frutto di 2 vittorie e 2 pareggi. Sono 10 i gol segnati nell’arco di 360’ (stesso dato del 2015-2016), mentre la differenza reti è pari a +6 ed è la migliore di sempre in casa romanista dopo la 4^ giornata. Sempre relativamente alla Champions, 3 successi di fila mancavano da 10 anni esatti, stagione 2008-2009: battute in serie Chelsea (3-1), Cluj (3-1) e Bordeaux (2-0).

Kostas Manolas si conferma uno degli uomini portafortuna della Roma nel massimo torneo continentale. Proprio il greco aveva apposto la sua firma nell’ultima vittoria esterna dei capitolini, risalente al 27 settembre 2017, in Azerbaigian contro il Qarabag. Secondo centro stagionale per l’ex Olympiakos: identico score per Lorenzo Pellegrini, a segno per la prima volta in Champions ma non nelle coppe europee. Il centrocampista romano infatti aveva già colpito in Europa League, nel match del 3 novembre 2016 tra Sassuolo e Rapid Vienna terminato 2-2. Si tratta inoltre del primo gol siglato dal numero 7 in trasferta con la maglia giallorossa, dopo i 4 rifilati all’Olimpico a Spal, Sassuolo, Torino e Lazio. La Roma consolida il dato positivo relativo al primo quarto d’ora di gioco: 6 gol segnati e zero subiti da inizio anno. L’ultima rete incassata tra il 1’ e il 15’ risale al match interno col Liverpool del 2 maggio scorso: guizzo di Sadio Mané al 9’.