Pallotta: “Vorrei essere primo, buttati via troppi punti. Ottimo il lavoro di Spalletti, non siamo lontani dalla Juve”

di Redazione

James Pallotta, presidente della Roma, ha fatto un bilancio della seconda metà del 2016 attraverso il sito ufficiale del club giallorosso. Queste le parole dell’imprenditore statunitense:

Sarò sincero: vorrei essere primo. Credo che all’inizio abbiamo buttato via troppi punti. Punti che avremmo invece dovuto conquistare. Ne sono convinto guardando alle partite prima di Natale: abbiamo vinto nettamente contro Lazio, Milan e Chievo e credo che dopo i primi 10-15 minuti della gara contro la Juventus, abbiamo giocato alla pari se non meglio dei bianconeri. Credo che se qualche situazione fosse andata a nostro vantaggio sarebbe stata una partita diversa. Se avessimo conquistato i tre punti la corsa Scudetto sarebbe stata più avvincente. Non siamo lontani. Parte del gap è dovuto al fatto che Spalletti è qui solamente da un anno e che la Juventus ha dimostrato molta stabilità in termini di giocatori, strategia, tattica e mentalità. Ci vuole tempo per costruire una squadra e penso che Luciano abbia fatto un ottimo lavoro. L’aspetto mentale del gioco non si può ridurre a un anno o a sei mesi. Devi pensare che ‘Siamo la Roma e saremo l’avversario più duro da affrontare. Possiamo vincere o perdere, ma possiamo giocarcela con tutti’. Credo che la Juventus abbia questa mentalità e questa stabilità da anni. E noi puntiamo a questo. Abbiamo una serie di operazioni sportive e commerciali che vanno in questa direzione ed è anche arrivato un nuovo CEO. L’ambito sportivo è estremamente importante e credo che le persone rimarranno colpite in positivo da quello che stiamo facendo“.