Pallotta-Friedkin, il texano non sarebbe più interessato all’affare Roma

Dopo la non risposta dell'attuale presidente all'offerta del texano i rapporti non sembrano più così idilliaci. Fonti vicine al texano fanno sapere che non è più interessato all'affare

di Redazione

Il Corriere dello Sport (G.D’Ubaldo) – La trattativa tra Friedkin e Pallotta non si era mai interrotta. Un mese fa il texano aveva offerto 450 milioni, mentre la nuova offerta presentata pochi giorni fa era di 575 milioni. Questa proposta avrebbe permesso a Pallotta di uscire senza una perdita ma anche senza fare la plusvalenza che si era prospettato a gennaio. Il bostoniano non ha risposto e per Friedkin è finita lì. Fonti vicine al texano fanno sapere che non è più interessato all’affare. La Roma resta comunque una società in vendita, e si cercheranno di fare plusvalenze per mettere a posto i conti. A Petrachi è stato dato mandato di vendere e di provare a trattenere a tutti i costi Zaniolo e Pellegrini. Il Presidente comunque non sembra preoccupato e da Boston fa sapere: “Ai conti della Roma ci penso io”.