Il Tornatora

La Roma non perdeva in trasferta da marzo. 27 i gol segnati da inizio anno: ben 11 su palla inattiva, il 40,7%

di Alessio Nardo

Pagine Romaniste (Alessio Nardo) – Incredulità e rammarico per un altro gol subito al 95’. La Roma perde al Borussa-Park e vede complicarsi il percorso di qualificazione ai sedicesimi di finale di Europa League. Si tratta dell’11^ sconfitta ottenuta in Germania in 14 precedenti totali nelle coppe europee. Il M’gladbach torna a vincere in casa a livello internazionale dopo 3 anni: non accadeva dal 24 agosto 2016, 6-1 allo Young Boys nei preliminari di Champions.

S’interrompe per la Roma la striscia di 10 risultati utili consecutivi in trasferta: 4 vittorie e 6 pareggi. L’ultima sconfitta lontano dall’Olimpico era datata 16 marzo, 1-2 contro la Spal. Stop anche alla serie di 13 partite di fila senza gol su azione subiti nei primi tempi: l’ultimo portava la firma del genoano Pinamonti, il 25 agosto scorso. Sono ben 11 sui 27 totali da inizio stagione, il 40,7%, i gol della Roma nati da palla inattiva: 2 direttamente su punizione, 3 su rigore, 5 da corner e ieri, in Germania, il primo su sviluppi di calcio di punizione, col traversone di Kolarov e l’impatto vincente di Fazio in piena area.

Con l’argentino diventano 11 gli elementi mandati a segno dalla formazione di Paulo Fonseca. Il difensore non colpiva dal 27 aprile, nel 3-0 interno al Cagliari, e in trasferta dal 31 agosto 2018, a San Siro col Milan. Le sue uniche reti in Europa in maglia giallorossa risalivano al 2016-2017, contro l’Astra Giurgiu all’Olimpico e in casa del Lione (anche in Francia, tra l’altro, la Roma perse la partita). Edin Dzeko sta invece vivendo una fase di rallentamento sul piano realizzativo: 7 centri nelle prime 9 gare stagionali, nazionale compresa, e soltanto 1 (al Milan) nelle ultime 7. Il bosniaco resta in vetta alla graduatoria dei bomber romanisti con 6 reti. Seguono Zaniolo (5) e Kolarov (4).