Il Tornatora

La Roma al crocevia

di Redazione

Tre gare in sei giorni per capire molto. Forse tutto di quello che resta della stagione della Roma. Napoli, Fiorentina e Sampdoria sono il crocevia del rush finale in campionato. Che si divide tra una rincorsa all’ultimo respiro per strappare un posto in Champions e il rischio di scivolare addirittura ai margini dell’Europa League. Perché la Roma è questa: tutto o niente. Ranieri ne è consapevole. Oggi sono trascorse tre settimane da quando è subentrato a Di Francesco. Lo ha fatto in punta di piedi cercando l’appoggio della tifoseria dopo aver constatato immediatamente la fragilità del gruppo. Ieri, con i nazionali rientrati a Trigoria, ha voluto nuovamente confrontarsi con il gruppo. Poi s’è dedicato a colloqui singoli. Discorso, quello allo spogliatoio, volto a richiedere sia maggiore unità d’intenti che consapevolezza della possibilità di centrare la Champions. Intanto oggi Pellegrini si riaggregherà alla squadra: entrambi possono essere convocati puntando però ad un buon minutaggio nel match infrasettimanale contro la Fiorentina. Più dubbi su Manolas anche se Ranieri non ha perso le speranze di averlo almeno in panchina. Diverso il discorso per Under e Kolarov che sono a disposizione per domenica, avendo più allenamenti nelle gambe dei compagni. Out invece Florenzi, Pastore e El Shaarawy. Lo scrive Il Messaggero.