Il Tornatora

Il Gip: «Lanzalone, prove schiaccianti»

di Redazione

Rigettatata nettamente la richiesta di revoca degli arresti domiciliari dei legali di Luca Lanzalone, ormai ex presidente di Acea. Come riporta il quotidiano Leggo, esiste «il pericolo di inquinamento probatorio e recidiva elevato dovuto alle relazioni con organi di vertice della politica e dell’amministrazione» da parte di Luca Lanzalone. Per questo lo stesso «deve restare ai domiciliari perché le giustificazioni rese dall’indagato in relazione, tra l’altro, alle utilità ricevute appaiono in taluni casi inverosimili e sempre contraddette dai dati probatori esistenti».