Ibanez e il Brasile: “È anche merito di Mourinho se sono qui. Mi ha dato tanti consigli”

Roger Ibanez, difensore della Roma, è intervenuto in conferenza stampa al suo esordio col Brasile. Queste le sue parole:

“Il mio primo giorno qui è una sensazione inspiegabile, allenarmi con giocatori così forti è davvero speciale. Ad esempio oggi ho lavorato al fianco di un calciatore come Thiago Silva”.

Sulla fase difensiva in Serie A e sulla sua crescita…
“L’Italia è la culla della fase difensiva. I club hanno dei professionisti per farti imparare il più rapidamente possibile il loro modo di lavorare, quindi questo ci permette molto di migliorare. Ho fatto il mio primo anno all’Atalanta ed è stata un’esperienza molto importante per me, penso di essere migliorato molto. Inoltre i consigli di Mourinho mi hanno aiutato molto ed è anche per questo che oggi sono qui”.

Sulla scelta tra la nazionale brasiliana e quella italiana..

“Ci sono stati solamente dei sondaggi, non ho mai avuto contatti diretti con nessuno della nazionale italiana. Il mio desiderio è sempre stato quello di giocare per il Brasile: sono brasiliano e quindi essere qui oggi è per me motivo di grande orgoglio”.

Sulla possibilità di giocare come terzino in caso di necessità…
“Ho giocato qualche partita alla Roma sia da terzino destro sia da sinistro, ma ovviamente è un ruolo diverso dal terzino offensivo, che ha caratteristiche diverse dalle mie. Io gioco più dietro. L’unica cosa che devo fare è ascoltare quello che mi chiede l’allenatore e se ha bisogno di me in quella posizione mi adatterò”.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE

I più letti