Giuseppe Conte: “Si è creato dibattito sul fatto che il decreto sarebbe stato prorogato fino al 31 luglio, ma non è vero”

di Redazione

Giuseppe Conte, Presidente del Consiglio dei Ministri, ha rilasciato delle dichiarazioni in una diretta nella sua pagina Facebook. Tema principale sono state le misure del Governo contro il Coronavirus. Ecco le sue parole:

La maggior parte dei cittadini si sta abituando alle nuove regole, questo ci deve rendere orgogliosi perché tutti devono fare la propria parte. Se tutti rispettano le regole rispettano se stessi, i propri cari e consentono a tutti noi di uscire da questa emergenza. Faccio una precisazione, da stamattina assisto a indebita diffusione di una bozza. Si è creato dibattito sul fatto che il decreto sarebbe stato prorogato fino al 31 luglio, ma non è vero. Ricordo che a gennaio abbiamo decretato lo Stato di emergenza nazionale, subito dopo che l’OMS ha dichiarato carattere di epidemia mondiale. Lo abbiamo fatto per uno spazio di 6 mesi, ma ciò non significa che le misure restrittive saranno prorogate fino al 31 luglio 2020. Quello è solo lo spazio di emergenza, ma siamo pronti ad eliminarlo ben prima di quel termine. Io sono convinto che questa prova durissima che stiamo affrontando ci renderà migliori, ognuno di noi rifletta sul proprio stile di vita e sui propri valori. Questa è l’occasione di fermarvi e pensare e, ahimè, in queste giornate abbiamo molto tempo per riflettere”.